Adele, il papà Mark Evans dice: «Sono morto per lei»

adele-golden-globes-ward-1515701972.jpg

Gli ultimi due anni per Adele sono stati straordinari: il suo album, 21, è il più venduto degli ultimi ventiquattro mesi, con le sue oltre venti milioni di copie nel mondo, diventando un successo di pubblico, sì, ma anche, e forse soprattutto, di critica con sei Grammy Awards, vinti in una sola serata e, non ultimo un Golden Globe per il suo tema dell’ultimo 007, Skyfall. Adele sarà anche alla cerimonia degli Oscar come performer, e per il tema del film sull’agente segreto inglese potrebbe addirittura vincerne uno. Successi professionali, ma anche personali per la bella cantante britannica, che nel frattempo ha trovato l’amore e ha avuto un figlio, nato lo scorso ottobre.

Ma non son tutte rose e fiori, per l’artista. Secondo un’intervista rilasciata da suo padre, Mark Evans, al Daily Mail, il loro rapporto si sarebbe incrinato dal 2011, da quando Adele avrebbe deciso di non parlare più al suo genitore: «Le ho lasciato dei messaggi in segreteria, le ho scritto e le ho inviato delle cartoline d’Auguri per Natale e il suo compleanno – ha rilevato l’uomo, specificando – non sono interessato alla sua celebrità o al suo denaro. Voglio solo indietro mia figlia, e voglio essere un nonno per il piccolo».

Evans avrebbe appreso della gravidanza di Adele e del nome del bambino, Angelo James, dai media, non avendo più alcun tipo di rapporto con la cantante: «Voglio solo la normalità – ha aggiunto Evans – voglio essere come qualsiasi altro nonno».

È lo stesso Signor Evans ad ammettere di non essere stato proprio un genitore modello, lasciando la madre della cantante quando lei aveva solo tre anni, perdendo ogni contatto quando l’uomo ha avuto un esaurimento nervoso nel 1999, riconciliandosi tuttavia quando Adele aveva quindici anni. La causa scatenante della nuova rottura sarebbe stata un’intervista padre-figlia che i due avrebbero dovuto fare insieme e che Adele avrebbe invece cancellato all’ultimo minuto; Mark Evans avrebbe fatto quell’intervista da solo, rivelando dei dettagli intimi dell’infanzia dell’artista, ma, pur avendo avuto l’approvazione dell’entourage della cantante di Someone like you, Adele non avrebbe gradito, tagliando di netto ogni contatto.

La dieta di Lady Gaga: «Ho preso undici chili»

lady-gaga-fat1.jpg

Se Christina Aguilera si dice soddisfatta del suo nuovo corpo e delle curve decisamente più generose, Lady Gaga invece ha deciso di mettersi a dieta. Come avevamo già anticipato qualche settimana fa, la cantante di Born this way ha effettivamente preso peso: undici chili per l’esattezza, come dici la stessa cantante in un’intervista radiofonica: «Sono a dieta adesso – ha detto Miss Germanotta – perché ho preso più o meno undici chili».

La colpa, secondo Miss Germanotta, è del ristorante che suo padre ha aperto a New York: «Amo mangiare la pasta e la pizza – continua – sono una ragazza italiana di New York. Ecco perché devo star lontana da New York. Mio padre ha aperto un ristorante, è incredibile, è così dannatamente delizioso, che metto su due chili ogni volta che ci vado. Per questo mio padre vuole che io vada al ristorante, ed io invece devo andare dove posso bere del succo verde».

Sensi di colpa? Assolutamente no: «Non mi sento in colpa, nemmeno per un secondo – dice subito la star che a breve pubblicherà il suo nuovo album, ARTPOP – ma devo stare a dieta costantemente. È dura perché è uno show grandioso [il tour Monster Ball appena sbarcato negli States dopo la partentesi Euro-asiatica, ndr] e tendo a sviluppare la muscolatura.  E non mi piaccio così. Così sto provando a ritrovare un nuovo equilibrio».

Per le foto di Miss Germanotta più in carne sul palco, ecco il link.

Musica, Teatro, Cinema: Fiordaliso si confessa: «Ho tanta energia: canto Wojtyla e sogno un duetto con Mina, ma andrei all’Isola dei Famosi»

Fiordaliso 1.jpg

Non riposa di certo sugli allori Fiordaliso, che da quasi trent’anni regala emozioni agli italiani. Più di una volta nella sua carriera ha saputo mettersi in gioco e, a dispetto di tante colleghe che si ostinano a proporre canzoni di repertorio, Marina Fiordaliso, questo il nome completo dell’artista, continua invece a sorprendere i suoi fan sperimentando con la sua musica, rinnovandosi, pur restando sempre fedele a sé stessa. Da sempre canta con coraggio le sue emozioni ed il suo vissuto, ma non chiedetele se ha mai avuto paura di esporre troppo i suoi sentimenti, perché categorica vi risponderà «Mai!». Fiordaliso infatti nelle sue canzoni ci mette l’anima, e le sue interpretazioni vengono dal cuore. Sentimenti forti, talvolta malinconici, ma anche una verve brillante e carica di autoironia, che le ha permesso di portare felicemente a teatro successi come Menopause The Musical (ovunque sold-out) e di recente Anima Rock. Chiusa la parentesi teatrale, che potrebbe riaprirsi presto, Fiordaliso ritorna al primo amore, la musica:  la sua ultima produzione discografica si intitola Canto del Sole, brano che anticiperà il suo prossimo disco di inediti, in cui si odono echi di una spiritualità profonda, nato da una preghiera del grande Papa Karol Wojtyla.

Da qualche settimana è calato il sipario sul musical “Anima Rock”, in cui lei interpretava il fantasma della cantante Gianna Corvino, un personaggio decisamente stravagante. Ma quanto di Marina Fiordaliso c’era in Gianna?

«Il personaggio è stato scritto su di me, perciò Gianna rappresenta l’ “Anima Rock” che c’è in me e che in questo spettacolo ho tirato fuori alla grande!»

Agli inizi dello scorso anno, ha registrato sold-out in tutta Italia con lo spettacolo “Menopause”, dove invece interpretava l’attrice di una soap che, pur avendo superato l’età, si ostina ad interpretare una ragazzina ingenua pur non essendo credibile, un ruolo che poteva spaventare ed invece…

«Sì, abbiamo portato in scena per quattro anni con grande successo “Menopause the Musical” che vorremmo riprendere il prossimo anno, sicuramente la voglia di non invecchiare c’era tutta, ma tutti i personaggi erano caratterizzati dall’autoironia, che aveva un ruolo fondamentale, ed io giocavo a fare la vamp».

Fiordaliso 2.jpgA proposito di musica e forma fisica, lei ha prestato il suo volto e la sua voce, con il singolo “M’amo non m’amo” al progetto “Rimanere Giovani”, un DVD con preziosi consigli di esperti sul benessere e la cura del corpo a donne che hanno superato gli “anta”, ma diciamo la verità ai lettori, e soprattutto lettrici, nel nostro blog: Fiordaliso ha fatto un patto col diavolo…

Chi ha visto il DVD lo sa … nessun patto se non con me stessa: vado a correre 5 giorni a settimana almeno un’ora e in palestra almeno 4 giorni a settimana, curo l’alimentazione sono perennemente a dieta, bevo molta acqua, prendo vitamine …insomma e’ un po un secondo lavoro…ci vuole molta costanza.

Musica, teatro, televisione: lei è senza dubbio una delle poche Artiste complete. Ma ha mai pensato di debuttare anche nel mondo del cinema o della fiction come ha già fatto qualche sua collega?

«Grazie, non mi dispiacerebbe affatto. A breve sarò sul set di un film per un “cameo” come si suol dire, farò una piccola partecipazione, in un film di un regista giovane ma molto interessante e se arrivasse una bella proposta, sicuramente accetterei».

Nella sua carriera non manca la partecipazione al reality Music Farm, quanto un reality può realmente aiutare o comunque giovare la carriera di un artista?

 «A dire il vero ne ho fatti due (sorride, ndr): Music farm è stato un vero reality, facevamo la nostra professione e sicuramente mi ha aiutato a tornare in televisione, dopo infatti sono stata due anni a Piazza Grande (RaiDue, ndr). Fare il reality è sicuramente un modo per avere visibilità, oltre ovviamente che per l’aspetto economico inutile negarlo. Il secondo, La Talpa, è stata davvero una sfida innanzitutto con me stessa. Io farei ad occhi chiusi l’Isola dei famosi, non mi spaventano né la fame né le prove, alla Talpa sono uscita troppo presto, prima di fare prove molto toste come il Bungee Jumping».

Gli ultimi due Festival di Sanremo sono stati vinti da due ex concorrenti del talent Amici: da qualche anno a questa parte sembra che la musica passi solo attraverso la televisione…

«Io penso che il Festival si sia adeguato alla TV e ai nostri tempi: sicuramente ci sono giovani talentuosi, ma il rischio è che arrivino al grande successo senza essere davvero preparati; avere una bella voce o un timbro originale non basta, senza una gavetta vera, l’esperienza, è difficile poi restare a galla».

Ritornerebbe a Sanremo?

«Purtroppo per fare Sanremo non basta più avere una bella canzone, ma sicuramente Sanremo è Sanremo, se capita…»

Tanto lavoro, ma anche impegno per il sociale: lo scorso anno era tra le protagoniste di “Amiche per l’Abruzzo”, concerto per raccogliere fondi per le zone abruzzesi colpite dal terremoto dello scorso aprile…

«Lo scorso anno sono andata anche a New York per raccogliere fondi per l’Abruzzo con tre concerti grazie ad una onlus italo-americana, abbiamo raccolto quasi centomila euro per il comune di Villa Sant’Angelo e poi la bellissima esperienza di Amiche per l’Abruzzo di cui il 21 giugno uscirà il DVD che Laura Pausini sta preparando con il suo staff proprio in questi giorni».

Eppure il panorama musicale italiano, a dispetto di quello anglosassone, è poco avvezzo alle collaborazioni. Ha mai rifiutato o le hanno mai rifiutato una collaborazione?

«No, ho fatto moltissime collaborazioni soprattutto negli anni ’90, quelli sono stati anni di grandi duetti per la musica italiana e internazionale».

C’è un artista con cui vorrebbe duettare?

«Due: Mina e Tina Turner»

Il suo ultimo lavoro discografico si intitola “Canto del sole inesauribile”, titolo decisamente spirituale. Come nasce e di cosa parla il testo della canzone?

«Ero in studio con Fio Zanotti per un altro pezzo per il mio album, e lui mi fece ascoltare il provino della versione pop (la versione Lirica è stata cantata da Andrea Bocelli e Placido Domingo); il testo è tratto da una poesia di Papa Wojityla, e racconta dell’incontro tra il sole e l’anima che si fondono in una cosa sola, è bellissimo, mi sono emozionata e ho subito accettato la sua proposta, è stata una scelta per niente commerciale, davvero una scelta fatta col cuore, come si evince dalla copertina del CD».

Il singolo anticipa il suo prossimo lavoro di inediti, cosa può svelare in merito ai fan e lettori che fremono per il suo nuovo album?

«Sì, sono tanti anni che i miei fans aspettano e mi chiedono un disco di inediti, io ci sto lavorando ma senza fretta: ascolto decine di provini, e solo quando una canzone mi emoziona molto  la incido; abbiamo già quattro o cinque pezzi pronti,  ma ormai slitta tutto al prossimo autunno perché tra un mese parto in tournée».

In chiusura: progetti futuri ed appuntamenti da segnare in agenda per vedere Fiordaliso…

«Sicuramente tanti concerti da fine aprile a metà settembre,  si spera presto il disco e ancora teatro e TV, ho tanta energia come sai».

 

Sotto il player ufficiale per ascoltare ed acquistare l’ultimo singolo di Fiordaliso

Le foto di Fiordaliso sono tratte dal sito web ufficiale dell’artista

www.fiordalisoweb.it