La “Giungla” di Paola e Chiara: uno scrigno di tesori da scoprire

cover-ALBUM-paolachiara-giungla-1.jpeg

A tre anni di distanza da Milleluci, Paola & Chiara finalmente ritornano negli store musicali con Giungla, ottavo lavoro discografico che vede ricomporsi il duo più longevo della musica italiana. Ma in questi anni le sorelle Iezzi non se ne sono state con le mani in mano, coltivando con successo anche le proprie carriere soliste, arricchendosi come donne, ma, soprattutto, come artiste. Anticipato dal singolo Divertiamoci (perché c’è feeling) featuring Razza Krasta, Giungla è la summa dei precedenti lavori delle due sorelline milanesi, una vera e propria evoluzione musicale di quanto i fan hanno ritrovato ed apprezzato in album storici quali Television, Festival e Blu, diventati nel tempo dei veri e propri cult, che hanno coniugato la qualità musicale alla ricerca di una bellezza formale che si fa parte dell’espressione del testo e della musica stessa. Da sempre attente (anche) all’immagine, Paola&Chiara sono radiose sulla copertina di questo disco.

In quest’album la brunetta e la biondina recuperano il sound dal sapore spagnoleggiante, che viene qui a mixarsi perfettamente con l’elettronica e il pop, in un connubio, come ormai ci hanno abituati, sperimentale sì, ma sempre perfettamente riuscito, con un sound che continua a strizzare l’occhio alle produzioni d’oltremanica e d’oltreoceano.

Lungo queste quattordici tracce trovano posto anche inedite collaborazioni. Lungimiranti, P&C hanno infatti collaborato con quello che sarebbe diventata la nuova stella dei talent italiani, Moreno, fresco vincitore di Amici, che presta il suo rap al brano Tu devi essere pazzo. Ma è quando cantano da sole che Paola e Chiara danno il meglio di sé: tra i brani migliori infatti il latineggiante Non c’è me senza te, il brano dance-elettronico Ma tu non puoi (più chiamarla felicità), vero e proprio pezzo ipnotico, e Tu sei l’anno che verrà. Non mancano le ballad, la migliore E se per caso.

E continua la venerazione per Rihanna: se in Milleluci le due cantanti avevano “coverato” Russian Roulette, qui ritroviamo la cover di California King Bed, che diventa un’orchestrale Che mi importa di te. La chicca: Xin Fang Kai, versione cinese del sanremese A modo mio del 2005.  

 

Insomma Giungla è uno scrigno con così tante perle, che quasi viene da domandarsi come mai Paola & Chiara abbiano scelto “Divertiamoci” come primo estratto, ma è senza dubbio un album qualitativamente alto, musicalmente all’avanguardia e, senza dubbio, da acquistare subito.

Paola&Chiara: “francesi” e un po’ malinconiche per il prossimo album

paola-e-chiara.jpg

Da sempre regina della musica, e dei tormentoni estivi in particolare, Paola&Chiara sono ritornate ad esibirsi insieme sul palco di “I Migliori Anni – Canzonissima”, la nuova trasmissione del sabato sera di RaiUno, condotta da Carlo Conti, che, alla nostalgia degli anni che furono, ingloba questa volta, in atmosfera pre-sanremese, la gara della canzone italiana, nel tentativo, forse un po’ stanco, di rievocare i fasti di una delle trasmissioni più amate e seguite di mamma rai.

Ma tra le artiste più energiche ci sono sicuramente loro, Paola & Chiara, che in questa prima puntata hanno cantato uno dei brani simbolo degli anni ’70, Un’estate fa, versione italiana della francese Una belle histoire, su testo di Franco Califano. E non potevano scegliere brano migliore, le due sorelline della musica italiana, che con le loro hit hanno accompagnato le nostre estati degli ultimi dodici anni, da Vamos a Bailar a Festival, passando per tanti altri successi ed influenze: «“Un’estate fa” l’abbiamo scelta d’istinto – raccontano dal loro diario su Vanity Fair.it – forse perché ci sentiamo di appartenere a quella stagione in cui tutto prende forma, quella stagione che riscalda».

L’ultima uscita ufficiale del duo milanese risale ormai al 2010, con l’album da studio insieme, Milleluci, omonimo di un’altra storica trasmissione Rai, come in un ciclo vitale in cui tutto ritorna, anche la loro musica: «Siamo tornate in studio d’incisione da poco. Sono passati due anni dall’ultimo nostro cd e ogni volta è come ripartire rinnovate. Nuovo ciclo dove manifestare nuove percezioni, trasferirle in musica, cantare, comporre». In fibrillazione i fan, che si domandano quali saranno le influenze musicali cui andranno ad attingere questa volta due delle artiste più eclettiche, e musicalmente più internazionali della musica italiana, e rivelano che la chiave di lettura del prossimo lavoro discografico potrebbe essere proprio quel brano che in origine fu di Michel Fugain: «il nostro prossimo album sarà così. Quando l’orchestra ha iniziato a suonare ci siamo sentite avvolte da quella ispirazione un po’ francese, un po’ malinconica».

Paola Iezzi, una cover di “Losing my religion” in stile Lana Del Rey

Paola Iezzi.jpg

Continua l’excursus musicale di Paola Iezzi. Orientata verso una carriera artistica da solista e (discograficamente) indipendente, la bruna del duo italiana Paola&Chiara, resta in contatto con i suoi fan attraverso la sua pagina facebook ufficiale, sulla quale posta di tanto in tanto chicche e aggiornamenti in diretta sulla sua vita professionale, e personale. Dopo aver pubblicato su iTunes l’EP xcept you, già colonna sonora dell’ultima campagna Enrico Coveri, accolto con favore dai fan, Paola, da sempre attenta alla moda e alle tendenze, al punto di farne una delle icone italiane dello stile, cambia look e cambia sound, e si ripropone ai suoi fan in una chicchissima e sensualissima versione red hair, un po’ Rihanna fine 2010, e pubblica su YouTube Losing my religion, noto brano della band statunitense REM del 1991. Il pezzo proposto dalla Iezzi è meno rock dell’originale, e somiglia vagamente ad una reinterpretazione retrò in stile Lana Del Rey.  Il nuovo look dell’artista è catturato come sempre dall’obiettivo di Paolo Santambrogio, mentre trucco e parrucco sono opera di Adrian Alvarado. Ancora una volta, così come per la sexy copertina di xcept you, Paola indossa un reggiseno di Jean Paul Gaultier per La Perla. Nulla è dato sapere se il pezzo rientrerà o meno in un possibile progetto solista di respiro più ampio, tuttavia le ultime release lasciano ben sperare che anche Losing my religion possa presto arrivare sulla piattaforma digitale della mela.

Paola Iezzi presenta “Xcept You” brano inedito per la nuova campagna di Enrico Coveri

Paola Iezzi.jpg

In poco più di una decade, Paola&Chiara si sono trasformate da duo emergente italiano a vere icone della moda e dello stile, e non solo. Le due sorelline della musica italiana, infatti, hanno spesso lottato per i diritti degli omosessuali, affermandosi tra le poche icone gay italiane.

A quindici anni dal loro debutto sul palco dell’Ariston tra le “nuove proposte”, le sorelle Iezzi hanno ormai raggiunto una maturità artistica che le ha portate a distaccarsi dalle major, per potersi esprimere con una maggiore libertà, scevra delle costruzioni e costrizioni che invece una grande casa discografica impone. Fondata una propria etichetta, la Trepertre S.r.l., Paola&Chiara hanno così iniziato a sperimentare, proponendo, un po’ in ombra forse e non con la giusta luce, lavori discografici sempre più azzardati e di grande qualità, da Win the Life all’ultimo, Milleluci, con un sound che va dalla dance all’elettronica, dal jazz al pop melodico, portando avanti, al contempo, progetti solisti che ne hanno evidenziato le diverse qualità canore e musicali, che, insieme, ne fanno uno dei gruppi italiani più amati di sempre.

Oggi Paola Iezzi dalla sua pagina facebook ufficiale ha presentato il suo nuovo lavoro solista, Xcept You, brano, scritto e interpretato dalla stessa cantante, su produzione di MarcoBastianon&Stefano Tiron, che la brunetta del duo ha curato per la nuova campagna Primavera/Estate 2012 di Enrico Coveri. Non è ancora dato sapere se il pezzo sarà in vendita su iTunes, la prediletta piattaforma digitale attraverso la quale Paola ha promosso alcuni dei suoi pezzi più interessanti, ma il sound internazionale, il forte messaggio di autoaffermazione del testo, lasciano ben sperare che presto i fan dell’artista potranno scaricare il brano dalla “grande mela” della musica.

Paola&Chiara di nuovo insieme con “Milleluci” cantando Rihanna

Paola e Chiara - Milleluci.jpg

Stilysh e all’avanguardia, il duo italiano Paola&Chiara non smette mai di stupire, e per il loro settimo album da studio, Milleluci, le sorelle Iezzi puntano ancora alla moda, allungando questa volta lo sguardo alla tecnologia. Come per molti dei precedenti lavori discografici delle due sorelle della canzone italiana, lo scatto di copertina è curato dal fotografo Paolo Santambrogio, e vede le due cantanti mollemente adagiate su di una elegante chaise rossa, con abiti leopardati e fiori bianchi, in un indefinito scorcio di una stanza anonima. L’artwork invece è di Riccardo Cancelli, mentre la fashion direction è di Alice Gentilucci. Una normale copertina glamour in puro stile P&C, se non fosse per il fatto che quella della Deluxe Edition è olografica ed è possibile guardarla in tre-dimensioni attraverso degli occhialini colorati. Ma la coverart 3D non è il solo extra di questa edizione, sono tanti infatti i contenuti speciali, tra cui alcune versioni in spagnolo e acustiche dei primi due singoli estratti, il tormentone estivo Pioggia d’Estate, vero successo su iTunes, e la più recente ballad omonima Milleluci, più alcuni remix, per un totale di diciassette tracce.

Meno ricca l’edizione standard, più vicina forse ad un EP che ad un album vero e proprio con i suoi nove brani, che punta soprattutto alla qualità e, in tempi di crisi, si presenta come la perfetta occasione di ascoltare musica a costi contenuti. L’album è più roccheggiante ed intimo dei precedenti lavori del duo italiano. Tra i brani di maggior impatto Disco Voodoo, prezzo in stile disco anni ’70, e il brano dance Adesso stop!, che vanno a chiudere una raccolta composta per lo più da ballad intime come E non so o Stringimi (ho bisogno di te), canzone, quest’ultima, che ricorda forse più le Vibrazioni che lo stile classico P&C. Meno incisivo e trasgressivo, Sudoku vuole forse rifarsi al sound sensuale ed orientaleggiante di Kamasutra (contenuto in Festival del 2002), ma a sorprendere i fan sarà Così non saprai mai, cover un po’ forzata di Russian Roulette di Rihanna. Pur essendo musicalmente variegato, nel complesso Milleluci è un album riuscito a metà che, se da una parte evidenzia la forte impronta autorale delle cantanti, dall’altra non riesce proprio a convincere del tutto.

Paola & Chiara, ritorno alla musica in stile Lady Gaga

Paola & Chiara - Pioggia d'estate.jpg

Beyoncé.jpg

Bisognerà aspettare ancora qualche giorno per poterlo acquistare, ma Paola&Chiara sono finalmente ritornateGaga.jpg insieme con un nuovo lavoro inedito, dopo alcuni progetti solisti: il singolo, che anticipa l’album in uscita in autunno, si intitola Pioggia d’Estate, sarà in vendita sulla piattaforma digitale iTunes a partire dal prossimo 6 Luglio, ed è già nelle rotazioni radiofoniche italiane. Nel frattempo le sorelle Iezzi, da sempre attente a mode e tendenze, hanno pubblicato on-line la covertart, e se in passato punto di riferimento per le sorelle della canzone italiana era Madonna, con questo scatto le due cantanti milanesi hanno decisamente virato verso l’eccentrico stile di Lady Gaga per il videoclip Telephone in coppia con Beyoncé: è proprio a quest’ultima infatti che Paola si rifà con il suo nuovo look, frangia corta e serrata e capelli appena sotto le spalle. Più fedele a sé stessa Chiara, che sfoggia invece una fluente chioma bionda. Le due cantanti indossano camicie country-style e vistosi gioielli a decorare il tutto.

Aspettando di poter postare presto il video o il singolo Pioggia d’Estate, ecco una recente intervista di Paola & Chiara a DeeJay TV.