Aguilera: on-line il leak di “Lotus”. L’artista vulnerabile e emozionante nel nuovo disco

155385_10151290135020803_1181595485_n.jpg

christinaaguileralotusc.jpgTrapelato da qualche ora on-line sui siti di file sharing e streaming, il nuovo album di Christina Aguilera, Lotus, in uscita (quella ufficiale) il prossimo 13 Novembre, rivela che oltre  quel “corpo”, Your Body, il non proprio fortunatissimo singolo di lancio, c’è molto di più, e che forse, ancora una volta, la casa discografica e la stessa Christina hanno sbagliato a lanciare il pezzo prodotto da MaxMartin per promuovere l’uscita di un disco che prospetta invece di essere molto di più di un gratuito tentativo di sorprendere e scandalizzare, nel tentativo di emulare i fasti del passato, e del fortunatissimo Stripped in particolare, ad oggi quello che forse è il miglior album prodotto dall’artista. Con Lotus Christina smette di autoproclamarsi donna bionica, in grado di fare ed affrontare ogni cosa, dalla maternità all’allora ruolo di moglie, per gridare al mondo la propria debolezza, l’umana natura di una donna che è caduta, ma che, al tempo stesso, come quel fiore di loto che dà il titolo all’album e sopravvive in ogni condizione atmosferica, trova la forza di rialzarsi e andare avanti. La Aguilera lo fa in tredici brani (diciassette nell’edizione Deluxe), in cui ancora una volta rischia, evolvendo il proprio sound, a cominciare dalla Intro, prodotta insieme al gruppo M83, in cui la voce di Christina si fonde al vocoder per dar vita ad un pezzo elettronico ed orecchiabile, o Army of Me, in cui dance e rock sembrano camminare fianco a fianco, per trasformarsi in dance pura in Let there be love. Secondo le indiscrezioni che si rincorrono on-line sarebbe Red Hot Kinda Love il secondo estratto di questo disco, ma i brani migliori sono, come sempre, le grandi ballad cui ci ha abituato in questi anni Christina, a cominciare da Blank Page, postata on-line qualche giorno fa dalla stessa artista, Sing for me o, in chiusura, il bellissimo duetto con il cantante country Blake Shelton, Just a fool. Lotus è dunque, per stessa ammissione dell’artista, un album variegato, che spazia tra generi diversi, ma non per questo incoerente, nel quale Christina evidenzia le sue potenzialità vocali, confermando di essere un’artista poliedrica, capace di andare oltre il prodottino commerciale del momento, senza paura di sperimentare e mostrarsi ai fan per ciò che è in questo momento: vulnerabile sì, ma con una forza (vocale) che è ancora in grado di emozionare ed arrivare al cuore.

Whitney Houston: on-line “Celebrate”, l’ultimo brano dell’artista scomparsa

WhitneyHoustonAlbum.jpg

A poco più di tre mesi dalla morte di Whitney Houston, spunta in rete il primo inedito. Come molti sapranno la cantante di I will always love you non stava lavorando ad un nuovo album, eppure la sua eredità ai fan l’ha tuttavia assicurata. Whitney infatti, nei mesi che hanno preceduto la sua morte, aveva completato le riprese del film musicale Sparkle, remake dell’omonimo film del 1976, che ripercorre la carriera delle Supremes. Il film, la cui uscita era già fissata per l’agosto di quest’anno (da noi a settembre), vede protagonista la vincitrice di American Idol, Jordin Sparks, di cui Whitney ne interpreta la madre, e di cui Whitney, com’era prevedibile ne ha inciso anche la colonna sonora.

Ed è il duetto Celebrate, in coppia con la Sparks, a regalarci l’ultima Whitney, molto più matura, intensa e vicina alla cantante che abbiamo (ri)conosciuto in I Look to You, il disco che ne segnò il ritorno sulle scene musicali dopo un lungo periodo di assenza nel 2009. Nessun artifizio del computer, nessun eccesso, un toccante ed emozionante duetto, che arriva a meno di ventiquattrore dall’omaggio live che la Sparks ha tributato ieri alla cantante, prematuramente scomparsa all’età di quarantotto anni, durante la cerimonia dei Billboard Music Awards 2012, intonando I will always love you. 

Beyoncé: “4” già trapeato in rete: leak o pubblicità occulta?

4_(Official_Album_Cover)_Out_June_28.jpeg

A quasi un mese dall’uscita ufficiale, il nuovo disco di Beyoncé Knowles, 4, la cui pubblicazione è fissata per il prossimo 28 Giugno, è già on-line nella sua versione completa. Il quarto album da studio dell’ex Destiny’s Child, è infatti trapelato in rete lo scorso lunedì. Se si considera il flop del singolo di lancio, Run the world (Girls), piombato subito sul fondo della Billboard Chart, e la fredda accoglienza della ballad 1+1, presentata con tanto di performance live alla finalissima del talent American Idol, è lecito sospettare che il leak di turno possa essere in realtà un modo per sponsorizzare il disco a costo zero, offrendo così un primo ascolto ai fan, con l’augurio che possa piacere a tal punto da spingerli ad acquistarne poi una copia originale. Con queste premesse l’album potrebbe infatti rivelarsi come il primo flop nella carriera dell’artista, che ad oggi con i suoi primi precedenti lavori discografici ha venduto cento milioni di copie in tutto il mondo.

Lady Gaga: l’album “Born this way” già trapelato in rete!

gaga-born-this-way-.jpeg

La rete è senza dubbio lo strumento democratico per antonomasia, capace di rendere davvero tutti uguali e potenzialmente con le stesse possibilità, e così internet non guarda in faccia proprio nessuno, nemmeno il fenomeno del momento, Lady Gaga. L’attesissimo album di Miss Germanotta, Born this way, la cui uscita è prevista per il prossimo 23 Maggio, è in realtà già trapelato in rete per intero da qualche ora. A pochi giorni dalla pubblicazione (ufficiale) del quarto brano inedito del disco, Hair, disponibile in esclusiva sulla piattaforma digitale iTunes, la standard edition del terzo album da studio dell’artista fa già bella mostra di sé su reti torrent e p2p. Quattordici i brani che lo compongono, dal singolo omonimo, in vetta alle classifiche per oltre sette settimane, a Judas, secondo singolo ufficiale del disco, passando per gli inediti pubblicati sullo store digitale Apple, Edge of Glory e Hair.

Nel frattempo la cantante italo-americana, per supportare l’uscita (quella ufficiale) dell’album, ha registrato uno speciale per MTV, Lady Gaga: Inside the Outside, in cui la cantante parla della sua infanzia, degli artisti che hanno influenzato la sua musica nel tempo, e del rapporto con suo padre che l’ha supportata e spinta verso il palcoscenico: «Mio padre mi ha visto cantare sui suoi dischi, e mi prendeva e girava con me in tutta la stanza, ridendo e piangendo con me, mentre io cantavo i dischi dei Pink Floyd, di Bruce Springsteen e Billy Joel con lui».

Britney Spears remixa “Till the world ends” con Kesha e Nicki Minaj

Spears-Kesha-Minaj.jpg

Reduce dal successo della sua ultima collaborazione con Rihanna, per il remix di S&M, brano contenuto nell’ultimo disco della cantante delle Barbados, Britney Spears rompe ancora una volta la monotonia di una carriera costruita per lo più in solitaria, se si escludono il duetto con Madonna del 2003 e poche guest benefiche, per aprire le porte del suo studio di registrazione ad una collaborazione ancora una volta tutta al femminile. L’occasione è questa volta un suo remix, del brano Till the world ends, secondo singolo estratto dal fortunatissimo Femme Fatale, che l’ha riportata all’apice delle classifiche musicali di tutto il mondo e in quello delle chart dei brani più ballati nei club. E sono ben due le voci che vanno ad aggiungersi a quelle della Spears, quella di Kesha, autrice della hit e una delle cantanti più in voga del momento, e la rapper americana Nicki Minaj.

Il risultato è forse meno brillante della collaborazione della Spears con Rihanna, ma ugualmente efficace, e da un nuovo slancio al brano della cantante della Louisiana.

Till the World Ends (Remix) (feat. Nicki Minaj & Ke$ha) by SGMoran

Britney Spears, “Femme Fatale”: la vera evoluzione dance della principessa del pop

Femme-Fatale.jpg

I benpensanti lo definiranno l’ennesima “commercialata” di Britney Spears, ma Femme Fatale, settimo album da studio dell’artista, in uscita tra una settimana circa, è probabilmente la migliore produzione della cantante e senza dubbio la sua più evidente evoluzione musicale, che la distacca totalmente dai generi esplorati finora. Se infatti con Piece of me, prima, e Womanizer dopo Britney aveva virato verso l’elettronica, con questo nuovo lavoro invece indaga felicemente la musica dance. Lontana anni luce da un primordiale tentativo malriuscito con il suo album di remix nel 2005, B in the Mix, con questi dodici inediti, e alcune collaborazioni, Britney è davvero ritornata in gran forma, confermandosi come la vera principessa del pop. I pezzi infatti sono tutti godibilissimi e molto orecchiabili, dai due singoli già estratti, Hold it against me, grande successo di iTunes, e Till the World Ends, a brani come I wanna go, potenziale terzo singolo del disco, e di sicuro nuovo tormentone dei club oltre che pezzi più bello di tutto l’album, a (Drop Dead) Beautiful in cui la voce della Spears, filtrata dal vocoder, si fonde a quella dell’esordiente Sabi. Ma quella con la giovane rapper non è la sola collaborazione di questo disco: all’ottava traccia di questa sorprendente tracklist troviamo infatti il leader dei Black Eyed Peas, Will.i.am, con il quale Britney ha dato vita a Big Fat Bass. Il tocco inconfondibile di Dr Luke e Max Martin ha reso il lavoro più omogeneo per un disco di sicuro destinato ai vertici delle classifiche di tutto il mondo. Bentornata, Britney!

Se volete ascoltare anche voi il disco di Britney in anteprima on-line ecco il link della piattaforma AOL dove oltre ai brani, potrete leggerne anche i testi.

Lady Gaga, “Born this way” finalmente on-line!

166676_10150098936234574_10376464573_5932239_7802387_n.jpg

Il momento è arrivato: con un’ora di anticipo rispetto alla pubblicazione ufficiale, che avverrà oggi dalle ore 15 sulla piattaforma digitale iTunes, è finalmente possibile ascoltare il nuovo singolo di Lady Gaga, Born this way, che anticipa l’album omonimo in uscita il prossimo 23 Maggio. A pubblicarlo il blogger americano Perez Hilton, amico-nemico delle star, che sul suo sito perezhilton.com, insieme alla copertina del pezzo, ha anche postato uno streaming on-line per farsi un’idea del nuovo lavoro dell’eccentrica cantante. E a giudicare da questa gustosa anteprima Lady Gaga sta gradualmente cambiando genere, passando dalla pura dance a qualche influenza rock che, secondo la sua stessa intervista nel numero di Vogue di marzo, caratterizzerà un po’ tutto l’album.

Justin e Katy nella rete dei pirati a fine anno

Katy Perry and Justin Timberlake.jpg

Anno nuovo, vita nuova. È questo il proposito più diffuso ad ogni Capodanno, ma sarà vero? Ci sono cose che in fondo non cambiano mai, e probabilmente non cambieranno neanche per questo 2011 ormai alle porte. Sono ben due infatti i brani di cui parliamo oggi, trapelati on-line in quest’ultimo scorcio del 2010, a dimostrazione del fatto che per (s)fortuna alcune cose sono sempre uguali. Nelle settimane recenti, Justin Timberlake non ha fatto altro che ripetere di non essere ancora pronto per la registrazione di un nuovo album, essendo troppo preso dalla sua carriera di attore, eppure ieri, 30 Dicembre, un nuovo brano dell’ex Nsync è trapelato in rete. Il pezzo s’intitola Take you down, ed è un brano energico in stile “Michael Jackson”, da sempre idolo dell’ex fidanzatino di Britney Spears.

Ma Justin non è il solo ad essere finito nella rete dei pirati in questa ultima parte di 2010: Katy Perry, regina dell’estate con il singolo California Gurls e delle chart americane (e non solo) con il suo ultimo album Teenage Dream, ha visto anche lei finire in rete l’inedito Part of me, frutto della collaborazione con Dr.Luke e conseguenza, come ha dichiarato la stessa cantante, di una brutta rottura. Secondo alcuni rumors il brano è stato scartato dall’ultimo lavoro discografico dell’artista, ma i fan possono comunque ancora sperare in un suo inserimento in una, ancora non confermata, riedizione in vista delle nomination per i Grammy Awards.

Katy Perry, on-line lo streaming completo di “Teenage Dream”

Katy Perry.jpg

Il nuovo album di Katy Perry è una vera rivelazione: ancora lontano dall’essere pubblicato, uscirà soltanto a fine mese negli States e nel resto del mondo, dal disco sono già stati tratti ben quattro singoli, che mostrano un sound variegato e grintoso, sempre nello stile della Perry, con quel suo pop-rock decisamente orecchiabile. Oltre a quello che possiamo definire il vero tormentone dell’estate 2010, California Gurls, almeno negli Stati Uniti (qui da noi regna ancora Shakira e il suo waka waka), la Perry ha infatti proposto il singolo omonimo dell’album Teenage Dream, sulla scia del pop leggero e scanzonato del primo singolo estratto, diventando il nuovo sogno degli adolescenti, ma recentemente ha anche pubblicato sulla piattaforma digitale iTunes Circle the Drain e E.T. pezzi in cui, più fedele alla sua anima dura, con la quale ha debuttato quasi due anni fa, canta un rock leggero, lontano dal sound dei primi due singolo estratti da questo suo secondo lavoro discografico. Per la pubblicazione completa dell’album, che sarà composto da dodici brani inediti, bisognerà però aspettare il 31 Agosto, ma Katy offre ai suoi fan la possibilità di ascoltare in anteprima il suo disco in streaming on-line per ventiquattrore esclusive di premiere, collegandosi sulla pagina ufficiale facebook dell’artista, a partire dalle nove di sera, ora americana (alle 3.00 italiane), del 22 Agosto 2010, per ascoltare tutti i brani completi del disco.

Sanremo 2010, quando il festival passa dal web

Sanremo 2010.jpg

YOUDEM TV logo.jpgContinua, per il Festival di Sanremo, la grande sinergia con il web avviata da Paolo Bonolis con l’edizione del 2009, di cui era presentatore e direttore artistico, e proseguita da Gianmarco Mazzi, Antonella Clerici e tutto il team della kermesse canora: l’ultima frontiera digitale si chiama Sanremowebradio.it ed è un sito, o meglio una radio streaming web dedicata esclusivamente al festival e ai suoi protagonisti, che porteranno così le loro canzoni simultaneamente anche in internet e sarà effettivamente on-line dal 13 Febbraio 2010.

L’iniziativa è fortemente voluta dall’agenzia radiofonica GRT e da Ria, Radio Italiane Associate e si avvarrà della società specializzata Me Cast e dal settimanale Vivo.

Molto ricco il portfolio di brani a disposizione, che vanterà l’intero repertorio sanremese, centinaia di canzoni di quasi centocinquanta artisti, per ripercorrere così l’intera storia del Festival, dal 1950 ad oggi, da Nilla Pizzi, vincitrice della prima edizione, a Marco Carta ultimo in ordine cronologico, ma tanti anche i brani di artisti che non hanno vinto, ma che hanno comunque fatto la storia e la leggenda di questa importante manifestazione musicale.

Fino a martedì 16 Febbraio i big in gara di questa sessantesima edizione saranno rappresentati dai loro grandi successi del passato, non necessariamente legati al festival, successivamente la messa in onda della prima serata, i brani in gara potranno essere ascoltati anche sul web. Per quanto concerne la nuova generazione, i giovani, le loro canzoni saranno invece on-line da subito, poiché per questa categoria è caduto il veto che voleva che i brani fossero tutti inediti.  Il palinsesto sarà poi completato da Sanremo News,notiziario radio a cura dell’agenzia GRT, con aggiornamenti in diretta dal palco dell’Ariston.

E se la musica quest’anno passa dal web, anche il tradizionale dopo-festival sarà trasmesso per la prima volta in streaming: la web-tv, Youdem.tv, sponsorizzata dal Partito Democratico, trasmetterà infatti i commenti al caldo di opinionisti e cantanti.

 

www.sanremowebradio.it

www.youdem.tv