Avril Lavigne, eterna ragazzina. Scopri le “peter pan” degli altri videoclip

avril-lavigne-3-650-430.jpg

Per Avril Lavigne il tempo sembra essersi fermato. A quasi trent’anni la giovane cantautrice canadese è rimasta ancora la giovane ragazzina impertinente che esordiva su di uno skateboard. A dieci anni di distanza la cantante di Hot però continua a restare legata alle uniformi scolastiche e ai balli di fine anno, e nell’ultimo video, Here’s To Never Growing Up, si diverte a interpretare, e forse un po’ sbeffeggiare, le popolari reginette della festa.

Ma Avril non è la sola star ormai cresciuta che resta ancora legata ai banchi di scuola. Sono tante le star che nel corso degli anni hanno voluto perpetrare un’adolescenza ormai scomparsa da tempo, a cominciare da Britney Spears: ciocche colorate nei capelli e chewingum, qualche anno fa la principessa del pop si è divertita a prendersela (per l’ennesima volta in una sua clip) con i paparazzi in I wanna go, nel vano tentativo di riproporsi come teen idol, anziché come l’artista matura quale è.

Ma la Spears non è stata l’unica a fare uno scivolone del genere. Anche Christina Aguilera, per il suo Your Body, ha applicato le extensions multicolor nella folta chioma platino, ed ha inneggiato al solo sesso, ma non è bastato per lanciare le vendite del suo secondo flop, Lotus.

Ma risalendo la sfera (musicale) celeste, c’è anche lei, nostra signora della musica, Madonna che lo scorso anno con Give me all your luvin’ si è riproposta ai fan a metà strada tra una cheerleader ed una casalinga disperata. Un look ed un sound che proprio non sono piaciuti ai fan delusi ai quali proprio non è andata giù l’idea che un’artista con trent’anni di carriera si riducesse a sventolare pompon insieme a Nicki Minaj e Mia.

collage.jpg 

Beyoncé: «Al SuperBowl canterò rigorosamente dal vivo»

beyoncé live.jpg

A soli due giorni dal Super Bowl, l’evento sportivo più atteso degli Stati Uniti, la protagonista indiscusse è lei, Beyoncé, che quest’anno avrà l’onore e l’onore di intrattenere il pubblico durante l’intervallo del match più atteso dell’anno, raccogliendo il testimone di Madonna, che lo scorso anno sbalordì con la sua performance in stile egizio.

Alla conferenza stampa per parlare del suo show, Beyoncé ha detto: «Canterò rigorosamente dal vivo. Sono ben collaudata e questo è quello per cui sono nata per fare».

L’affermazione è in risposta alla polemica per aver cantato in playback alla cerimonia di elezione di Obama: «Sono una perfezionista, e dovete sapere che mi alleno fino a quando i miei piedi non sanguinano – ha detto l’ex Destiny’s Child – non ho avuto il tempo di provare con l’orchestra, a causa del tempo, del ritardo e del non perfetto soundcheck, e non mi sentivo tranquilla correndo il rischio».

Insieme alla bella Beyoncé pare che potrebbero ritrovarsi anche le sue ex colleghe di band, le Destiny’s, le quali canteranno probabilmente anche Nuclear, l’inedito che ha anticipato il semi-antologico Love Songs, uscito a fine gennaio: «Non posso darvi alcun dettaglio. Mi spiace».

La performance potrebbe naturalmente essere il preludio per un nuovo capitolo discografico dell’artista, la quale ha confermato di stare lavorando ad un nuovo album, avvalendosi della collaborazione di The Dream, Justin Timberlake, Timbaland e Pharrell Williams.

Justin Timberlake countdown per il suo ritorno alla musica: nuovo brano lunedì

Justin Timberlake.jpg

Il 2013 è proprio l’anno dei grandi ritorni. Dopo l’annuncio di ieri di Beyoncé sul ritorno musicale delle Destiny’s Child con l’album Love Songs, in uscita a fine mese, un altro grande della musica statunitense pare si stia riaffacciando sul mercato discografico. Stiamo parlando di Justin Timberlake, il cui ultimo lavoro di inediti risale ormai al lontano 2006. Sono quasi sette anni infatti che l’ex *nsync ha abbandonato le sette note, per dedicarsi a progetti professionali (e personali) di altrettanto successo: dalla sua carriera d’attore, con pellicole come Amici di Letto (in coppia con Mila Kunis), all’acquisizione e rilancio del social network myspace, fino al matrimonio con l’attrice Jessica Biel. Insomma Justin in questi anni non se n’è certo restato con le mani in mano, impegnandosi su più fronti. Ma dal 2006 ad oggi Justin non ha abbandonato del tutto il palco: nel 2008 infatti Timberlake ha duettato con Madonna per 4 Minutes, ha collaborato più volte con l’amico e collega T.I. e Timbaland, e colleghi come Beyoncé Knowles, portando avanti una carriera di produttore discografico.

Voci su di un album o un singolo però continuano ormai a rincorrersi e popolare la rete, con grande fermento dei fan. Secondo Billboard e MTV.com Justin starebbe lavorando addirittura ad un nuovo album di inediti, ed un singolo potrebbe arrivare già lunedì.

Ad annunciarlo è stato lo stesso artista attraverso un videoclip postato su internet, ripreso in studio di registrazione, nel quale dice: «Sono pronto», ed è subito countdown anche sul suo sito internet.

Nel frattempo però il mercato discografico è cambiato: sono tanti oggi i giovani Connor Maynard con i quali ora Justin dovrà confrontarsi e dimostrare di poter essere ancora all’altezza e, soprattutto, all’altezza delle aspettative.

Britney Spears pronta per un nuovo album?

britney-spears-scream-and-shout.jpg

Forte del successo che ha riscosso con la sua ultima collaborazione con Will.i.am, Britney Spears potrebbe ritornare quest’anno con del nuovo materiale. A lasciarlo intendere è la stessa cantante, che ieri ha scritto sulla sua pagina facebook: «Noto un bel chiacchiericcio sulla mia nuova musica in giro. Mi fa piacere che siete tutti molto attenti. Ma c’è molto lavoro da fare nel 2013! Si comincia!».

Che sia l’indizio per qualcosa di imminente? Che sia entrata di nuovo in studio di registrazione? D’altronde con il talent X Factor, di cui la Spears dallo scorso anno è giudice, questo momento di grande visibilità per la bella cantante della Louisiana potrebbe non ripetersi: con la scadenza del contratto infatti, Britney potrebbe non ritornare sulla poltrona di giudice il prossimo anno, e con il featuring di Will.i.am è senza dubbio questo il momento migliore per lanciare un singolo, che anticipi un suo nuovo lavoro discografico e dimostrare di poter essere ancora una numero uno.

Kesha: «Sono stata costretta a cantante “Die Young”

Kesha in lingerie-01-640x985.jpg

«Stiamo per morire giovani» dice il testo dell’ultimo singolo di Kesha, Die Young, bannato dai circuiti radiofonici dopo la terribile strage della scuola elementare del Connecticut, dove venti bambini hanno perso la vita per mano del killer-suicida Adam Lanza. Un testo che oggi sa di “macabro”, ragion per cui le radio statunitensi hanno deciso di sospenderne la diffusione: «Lo capisco – ha ammesso la stessa cantante in un tweet poi rimosso – io stessa ho avuto un problema personale con “Die Young” per questa ragione. Non ho voglia di cantare questi testi e sono stata COSTRETTA».

Anche Kesha, come molti altri artisti dunque, vittima delle major discografiche, che spesso dettano legge in merito a testi e direzioni musicali che un cantante deve o non deve prendere, limitando la vera capacità espressiva di un qualsiasi interprete: «Sono così dispiaciuta per chi è stato colpito da questa tragedia – ha aggiunto poi la cantante tramite twitter – ora capisco perché la mia canzone è inappropriata. Non ci sono parole per esprimerlo».

Addio dunque alla promozione del singolo, apripista dell’album Warrior, guerriera, che pur non essendo stato proprio una hit, aveva tuttavia il vanto di rappresentare un traguardo personale per la bella cantante, che aveva debuttato nella Billboard Chart al tredicesimo posto, per poi raggiungere la seconda posizione.

Nel frattempo però, Kesha lo scorso 16 Novembre, aveva lanciato il secondo singolo estratto da questo interessante lavoro discografico, C’mon, che lontano da temi macabri, potrà riportare felicemente l’artista in cima alle classifiche con un sorriso.

Il 2013 sarà l’anno di Beyoncé Knowles, al SuperBowl e con un documentario in TV

beyonce-superbowl.jpg

Che stesse pianificando di ritornare alla musica con un nuovo progetto, i fan l’avevano intuito sin dal suo annuncio dell’attesissima performance nell’intervallo del SuperBowl il prossimo febbraio, ma che qualcosa di nuovo, da parte di Beyoncé potesse arrivare già durante le vacanze, i fan forse non se lo aspettano davvero. A lanciare l’indiscrezione a Billboard magazine è stato The-Dream, collaboratore di Queen B al suo nuovo progetto discografico, che dice che Beyoncé è entrata in studio di registrazione dallo scorso agosto: «Sta lavorando alla sua roba – ha detto il produttore – ha cominciato la registrazione dalla scorsa estate, e adesso è ad un punto dove può iniziare a prepararsi per svelare i suoi piani».

La performance live è prevista per il prossimo 3 Febbraio 2013, quando oltre cento milioni di americani saranno sintonizzati per vedere il più importante incontro di football dell’anno, e dunque qualcosa di nuovo potrebbe arrivare anche agli inizi del prossimo anno, in gennaio o, addirittura, che Beyoncé potrebbe sorprendere i suoi fan durante le vacanze.

Ma, secondo quanto si legge sui siti di informazione musicale americana, Beyoncé è abbastanza avanti con il lavoro da poter presentare ai fan addirittura diverse tracce di questo nuovo lavoro: «Si sta preparando per pubblicare qualcosa – ha continuato The-Dream – sono sicuro che si tratterà di un paio di registrazioni che potrete ascoltare già prima del SuperBowl».

Per questo nuovo disco, il cui titolo e data di uscita non sono ancora stati resi noti, Beyoncé sta collaborando con il pupillo di Timbaland, Jo’zzy e con Miguel.

Ma, a supportare la performance e l’uscita di questo progetto, il 16 Febbraio ci sarà anche la messa in onda, sulla nota rete americana HBO, di un documentario sulla vita della cantante, diretta dalla stessa ex Destiny’s Child, che mostrerà ai fan il processo creativo di questo disco e la sua vita dopo il parto della piccola Blue Ivy, avuta dal marito Jay-Z, col quale pare sia entrata anche nuovamente in studio di registrazione: «Sono sempre stata combattuta – ha detto l’artista nel primo teaser on-line del documentario – su quanto rivelare di me stessa. Se hai paura, sii spaventata. Permettilo. Pubblicalo».

Cher, ritorno alla musica dopo undici anni con “Woman’s World”

Cher-Womans-World-Official-Single-Cover-597x597.jpg

Addio sì, ma non troppo. Qualche anno fa, paga del forte successo dell’album Believe, e del lavoro successivo Living Proof (2001), Cher si era congedata dal suo pubblico con The Farewell Tour, una tournée mondiale per portare un’ultima volta i suoi successi in ogni angolo della terra prima di dire addio al mondo della musica. La regina della dance si era infatti concessa solo qualche sporadica apparizione, tra le quali, qualche anno fa, il film musicale Burlesque, in cui era co-protagonista insieme a Christina Aguilera. Forte del successo di uno dei brani che cantava nella colonna sonora del film, You Haven’t Seen the Last of Me, vincitore del Golden Globe come miglior canzone originale, Cher deve aver pensato di avere ancora molto da dire ai suoi fan, e così qualche giorno fa, in occasione del Ringraziamento americano, la cantante di Strong Enough ha deciso di pubblicare un nuovo brano inedito, Woman’s World, un mondo di donne: «Quando ho iniziato a cantarla ho pensato alla forza di Donne Famose – ha twittato la cantante e attrice – e quindi ho pensato “Ca**o!” è proprio un mondo di donne. Siamo tutte forti! Anche gli uomini!».

Pioniera della chirurgia plastica, impavida del “ritocchino”, Cher è smagliante sulla copertina del pezzo, dove sembra non avere età, né temere il tempo che passa e, abbandonato il nero corvino e il biondo platino, si mostra questa volta con una aggressiva acconciatura rosso fuoco.

Il brano è stato co-scritto da Anthony Crawford e Paul Oakenfold, ed anticiperà il nuovo album di inediti dell’artista, il primo in undici anni, se si escludono le registrazioni per il film Burlesque. Il pezzo ha già totalizzato oltre trecento mila visualizzazioni su YouTube e settantamila sulla piattaforma soundcloud. Si tratta ancora di un pezzo dance, con influenze elettroniche, e vede, vocalmente, una Cher in splendida forma, che, come ai tempi di Believe, non disdegna l’uso del vocoder.

Rihanna: on-line il video di “Diamonds”

Rihanna-Unapologetic-Promo-rihanna-32700463-1920-1440.jpg

Non c’è stato l’exploit di We found love, brano in coppia con il Dj Calvin Harris, subito in vetta alla Billboard Chart, ma Rihanna può ritenersi altrettanto soddisfatta: questa settimana infatti, ad oltre un mese dal lancio, il suo nuovo singolo Diamonds, che anticipa l’album Unapologetic (in uscita a metà novembre), ha raggiunto il suo picco più alto, piazzandosi al quarto posto della classifica statunitense, e raggiungendo invece la prima posizione su iTunes in ben ventisette paesi, Italia inclusa, dove il brano è già stato certificato disco d’oro digitale.

Per promuoverne il pezzo non poteva mancare il videoclip, giunto a sei settimane dalla pubblicazione su iTunes, che adesso Rihanna posta on-line, sul canale VEVO, dopo una premiere esclusiva su MTV.

Il video, non proprio originalissimo, con elementi già visti in altre clip dell’artista, è a metà strada tra We found love e altri videoclip della bella cantante delle Barbados, e vede una Rihanna in splendida forma, tra effetti vintage (tanto di moda nella videografia e nella fotografia), bianchi e neri e paesaggi naturali, che canta: «Siamo bellissimi come diamanti nel cielo».

Leona Lewis ritrova finalmente se stessa con l’album “Glassheart”

Leona Lewis - Glassheart (cover).jpg

A quasi tre anni dal suo ultimo album, Echo, Leona Lewis ritorna con Glassheart, attesissimo lavoro discografico la cui uscita è stata più volte rinviata. Se il suo secondo disco non aveva sortito il successo sperato, adesso la Lewis cambia ricetta: nessuna cover, com’era invece successo per i suoi precedenti lavori, né una virata estrema verso la dance, se si eccettuano il primo singolo Trouble featuring Gambino, che ritroviamo anche in una solo version, e la titletrack. La vincitrice della terza edizione di X Factor UK sfodera di nuovo la voce, e ci regala un disco variegato, ma coerente. Sono soprattutto le ballads a catturare l’attenzione dell’ascoltatore, pezzi come Lovebird e Fireflies, i quali, forse non faranno epoca, ma mostrano una Leona più matura e consapevole delle sue potenzialità vocali. La Lewis evita adesso i tentativi dance mal riusciti, come il deludente singolo Collide, lasciato fuori dalla raccolta, per far spazio a tracce ritmate senza dubbio meglio riuscite, tra i quali l’omonimo Glassheart, prossimo singolo estratto.

Dodici pezzi in tutto, tra i quali si distinguono anche Stop the Clock e, in chiusura, Fingerprint.

Ripetere lo stesso successo del debutto con Spirit (2007) è impossibile, ma con questo terzo disco Leona potrà di sicuro far dimenticare ai fan il pasticcio di Echo, di cui nulla o poco rimane, e EP sperimentali vari, per portare a casa qualche soddisfazione, ritrovando il suo pubblico, ma, soprattutto, se stessa.

Paola Iezzi, una cover di “Losing my religion” in stile Lana Del Rey

Paola Iezzi.jpg

Continua l’excursus musicale di Paola Iezzi. Orientata verso una carriera artistica da solista e (discograficamente) indipendente, la bruna del duo italiana Paola&Chiara, resta in contatto con i suoi fan attraverso la sua pagina facebook ufficiale, sulla quale posta di tanto in tanto chicche e aggiornamenti in diretta sulla sua vita professionale, e personale. Dopo aver pubblicato su iTunes l’EP xcept you, già colonna sonora dell’ultima campagna Enrico Coveri, accolto con favore dai fan, Paola, da sempre attenta alla moda e alle tendenze, al punto di farne una delle icone italiane dello stile, cambia look e cambia sound, e si ripropone ai suoi fan in una chicchissima e sensualissima versione red hair, un po’ Rihanna fine 2010, e pubblica su YouTube Losing my religion, noto brano della band statunitense REM del 1991. Il pezzo proposto dalla Iezzi è meno rock dell’originale, e somiglia vagamente ad una reinterpretazione retrò in stile Lana Del Rey.  Il nuovo look dell’artista è catturato come sempre dall’obiettivo di Paolo Santambrogio, mentre trucco e parrucco sono opera di Adrian Alvarado. Ancora una volta, così come per la sexy copertina di xcept you, Paola indossa un reggiseno di Jean Paul Gaultier per La Perla. Nulla è dato sapere se il pezzo rientrerà o meno in un possibile progetto solista di respiro più ampio, tuttavia le ultime release lasciano ben sperare che anche Losing my religion possa presto arrivare sulla piattaforma digitale della mela.