Natale in musica: le uscite discografiche per vivere la magia delle feste

collage.jpgSe quest’anno ad annunciare il Natale non è stato uno spot della CocaCola, come tradizionalmente è successo negli ultimi anni, ma uno di ikea, almeno certe cose non cambiano mai: anno che vai, strenne natalizie che trovi. Dopo il best-seller tutto italiano di Andrea Bocelli prima (2009), e di Michael Bublé dopo (2011), quest’anno sembra siano prevalentemente le donne a tentare la scalata alla classifica di Natale. Prima nell’ordine Kelly Clarkson. L’ex vincitrice di American Idol, dopo il suo primo Greatest Hist (Chapter One), e il singolo Tie it up, la Clarkson debutta con la sua prima compilation delle feste: Wrapped in Red, pubblicata lo scorso 25 Ottobre. Ad ispirare la cantante non sono i tradizionali canti di Natale, ma brani ispirati a film natalizi: dal 1954 ad oggi, sono tante le pellicole, e i rispettivi temi musicali, che ritroviamo nel disco della cantante. Dal White Christmas di Bing Crosby a Love Actually al Natale di Charlie Brown.

Per gli amanti dell’R&B anche la cantante Mary J Blige ha deciso di calarsi nel pieno clima di alberi e lucette con A Mary Christmas. Pubblicato il 15 Ottobre del 2013, l’album è una raccolta dei classici di Natale: da Little Drummer Boy a Do You Hear What I Hear?  fino a Have Yourself a Merry Little Christmas.

Non è veramente Natale senza un album di Susan Boyle. L’ex rivelazione di Britain’s got Talent, se con The Gift strizzava appena l’occhio al Natale, quest’anno è nel pieno della festa con Home for Christmas. Lungo la tracklist troviamo anche un duetto virtuale con Elvis Presley ed uno, reale, con il gruppo The Overtones. Il disco è parte della colonna sonora del film The Christmas Candle, che segna il debutto cinematografico della cantante.

Ma non sono soltanto le donne a tentare l’impresa del Natale: anche Chris Mann, del team di Christina Aguilera per il talent The Voice, ha pubblicato quest’anno, come la Boyle, un album dal titolo Home for Christmas: undici classici delle feste, tra musica pop e opera.

Quattro album, quattro artisti, quattro stili diversi per emozionarsi e vivere la magia del Natale.

Le uscite musicali delle feste e i CD da far trovare sotto l’albero a Natale

presents-under-a-christmas-tree.jpg

Manca meno di un mese a Natale: le prime piogge ed il freddo, già da qualche settimana, hanno fatto sì che la mente volasse ai regali da far trovare sotto l’albero a chi amiamo. Anche quest’anno noi di cosmomusic.it non potevamo non fare un sunto con le più interessanti uscite discografiche del momento, per rievocare l’atmosfera delle feste, o condividere con chi ci ama, le voci e la musica che più ci piacciono.

Con i suoi sette milioni di copie vendute, Christmas di Michael Bublé è stato la vera rivelazione dello scorso Natale. Ad un anno dall’uscita, il crooner del Canada ha deciso di ri-pubblicare il suo album in una speciale edizione Deluxe che, ai classici, personalmente reinterpretati dall’artista, va ad aggiungere quattro nuovi brani inediti, due dei quali in coppia con le Puppini Sisters e Naturally 7.

A tallonare Bublé potrebbe esserci la bellissima mezzo-soprana Katherine Jenkins, la quale, reduce dell’edizione americana di Ballando con le Stelle, qualche settimana fa ha pubblicato ben due album natalizi: My Christmas, agli inizi di ottobre, e This is Christmas alla fine, a seconda dei diversi mercati, inglesi e statunitensi da raggiungere. Una raccolta di classici, enfatizzati dalla bellissima voce della cantante gallese, che prova con queste due opere a farsi spazio nel difficile mercato americano.

Lontani anni luce dai fasti della fine degli anni ’90, anche i Backstreet Boys, riuniti per l’occasione tutti e cinque, hanno pubblicato on-line una traccia natalizia, s’intitola It’s Christmas Time Again, non è di certo un best-seller, ma per gli amanti dei BSB…

Da sempre regina della musica italiana, e delle cover, spesso infatti le sue reinterpretazioni sono diventate più famose degli originali, Mina ritorna quest’anno, a dodici mesi da “Piccolino”, con 12 (American Song Book), il libro della canzone americana. Un album che, come suggerisce il titolo, si compone di dodici classici della musica statunitense, tra cui il natalizio Have yourself a merry little Christmas, per un Natale intimo in chiave jazzistica. Il progetto si caratterizza per le dodici diverse copertine con cui è stato pubblicato, una vera chiccheria per gli amanti della Tigre di Cremona e fanatici collezionisti.

E sempre sul fronte italiano, ritorna quest’anno Laura Pausini. A dodici mesi dalla pubblicazione di Inedito, avvenuta lo scorso 11 Novembre, la cantante romagnola propone ora ai suoi fan una speciale edizione, con una copertina declinata in blu (anziché rosso dell’originale). Un pacchetto ricchissimo che contiene, oltre alla versione Deluxe dell’album (quella italiana e quella spagnola), un CD live e una traccia video dell’Inedito World Tour. Tra i contenuti speciali il medley della notte di Capodanno, del concerto dello scorso anno a Roma e i videoclip, tra cui gli ultimi, Celeste e Troppo Tempo, brano scritto per l’artista da Ivano Fossati.

E a Natale, si sa, fioccano i cofanetti speciali e i best of: quest’anno Lorenzo Jovanotti pubblica Backup, una speciale raccolta, la cui edizione extra lusso comprende una chiavetta da oltre sei giga con tutta la sua discografia completa, un bakcup appunto. Per i più piccoli invece Cristina D’Avena di anni di carriera ne celebra trenta, e torna quest’anno con la prima parte delle sigle che ha cantato finora: un triplo CD che va dai Puffi agli ultimi cartoni più amati di sempre.

In vista delle festività natalizie, e per celebrarne la scomparsa, avvenuta nove mesi fa, è stato pubblicato I will always love you di Whitney Houston, lavoro antologico che ripercorre la carriera musicale dell’artista, con una versione alternativa del brano I Look to you, che anticipava l’album omonimo del 2009, e che qui invece ritroviamo con nuove registrazioni vocali dell’artista scomparsa, in coppia con R. Kelly.

Capitolo Uno per Kelly Clarcson. La vincitrice della prima edizione di American Idol, a undici anni dal suo debutto, è già pronta a ripercorrere la sua carriera con Chapter One, best of con tutti i suoi grandi successi, da Because of you all’ultimo Catch my breath, passando per il successone Stronger, fresco di nomina ai Grammy.

Anche il gruppo tenorile IL DIVO è pronto a tirare le somme con il primo Greatest Hits della carriera, con tutti i brani, per lo più cover e arie di grandi opere, che hanno accompagnato il gruppo musicale britannico scoperto da Simon Cowell ed un secondo disco di brani tradizionali natalizi.

Insomma un Natale per tutti i generi e per tutti i gusti, che dalla musica tradizionale a quella classica, dal pop leggero al rock, accontenterà tutti gli amanti della buona musica.

I Backstreet Boys ci riprovano col “canto di Natale”

621316_10151136511133379_1201438724_o.jpg

558928_10151142970688379_632656753_n.jpgI tempi dei primi posti in classifica sono ormai finiti da un po’. Dopo scioglimenti, abbandoni e reunion, i Backstreet Boys ritornano adesso con un singolo natalizio. Il brano s’intitola It’s Christmas Time Again, pubblicato lo scorso 6 Novembre. Il singolo, scritto dai membri della band Nick Carter e Howie Dorough è prodotto da Reid. Il pezzo vede anche il ritorno di un altro componente del gruppo, il bel Kevin Richardson, che ben sei anni fa aveva deciso di abbandonare i compagni, per una (non proprio promettente) carriera da solista.

Il gruppo statunitense ha eseguito il brano durante la parata Christmas Day nel Parco Disney in California.

Inutile dire che il gruppo ha perso un po’ del suo smalto. Se si considerano gruppi come i One Direction, vero nuovo mito degli adolescenti di tutto il mondo, i BSB appaiono adesso dei bambinoni cresciuti che non sono riusciti ad evolvere, e distaccarsi dall’ormai pesante etichetta di “boy band”. Nel frattempo ecco uno dei brani che ci terrà compagnia quest’anno addobbando l’albero.

Laura Pausini: in inverno il DVD Live dell’Inedito Tour

Laura Pausini Inedito Tour.jpg

Grande annuncio per i fan di Laura Pausini. Dopo il grande successo dell’album Inedito, undicesimo disco di inediti dell’artista, e l’Inedito Tour, che ha registrato molti sold-out in Italia e in Europa, la cantante romagnola ha oggi annunciato, dalla sua pagina facebook ufficiale, che un DVD Live, con le migliori performance della sua tournée è in fase di mixaggio audio. Il Digital Video Disc pare che vedrà la luce questo inverno, ad un anno esatto dalla pubblicazione dell’ultimo album della Pausini, e presumibilmente potrebbe arrivare sugli scaffali giusto in tempo per Natale, accompagnato, naturalmente, da quello che potrebbe essere il quarto album dal vivo di Laura. Nulla è dato sapere sul titolo, che presumibilmente sarà Inedito Tour, né sui contenuti del disco, il quale però avrà anche una versione spagnola.

Nel frattempo Laura ha lanciato da qualche giorno in radio, e presto nei canali monotematici musicali, il quarto singolo estratto dal suo fortunatissimo album, Le cose che non mi aspetto, in un video in perfetto street style. 

I Live delle Feste: da Alessandra Amoroso alla strenna natalizia di Lady Gaga

Lady Gaga - Christmas 2011.jpg

Si avvicina il Natale, e si moltiplicano le strenne musicali da regalarsi e regalare. Se fino a qualche anno fa sotto l’albero l’ideale era far trovare un “best of”, le raccolte antologiche arricchite solo di qualche inedito, che garantivano una discreta vendita sicura, quest’anno invece, la nuova tendenza discografica sono i Live. Sono tantissimi infatti i cofanetti audio/video con le registrazioni dal vivo delle performance migliori degli artisti, dalle nostrane Alessandra Amoroso e Gianna Nannini, che ripubblicano i rispettivi album in ricche versioni Deluxe, con contenuti inediti e video-concerti, alle internazionali Beyoncé e Shakira, che rispettivamente presentano ai fan The Elements of 4, concerto live a Roseland, e A day with Shakira, concerto dal vivo che l’artista colombiana ha tenuto a Parigi.

Ma Lady Gaga va oltre. Abituata da sempre agli eccessi, Miss Germanotta non si risparmia nemmeno nella pubblicazione di nuovo materiale per i suoi “piccoli mostri”, e così la cantante oltre a Born this way The Collection, ricchissima riedizione del suo ultimo album che, al disco base in edizione Deluxe con le diciassette tracce ormai storiche, aggiunge un album di remix e il DVD del Live al Madison Square Garden, la cantante, in occasione dell’apparizione nel programma della ABC, A Very Gaga Thanksgiving, per il Giorno del Ringraziamento (oggi, 24 Novembre 2011), pubblica anche uno speciale EP natalizio, A Very Gaga Holiday, con una personalissima interpretazione del classico delle feste, White Christmas, al quale ha aggiunto un verso, la cover di Orange Colored Sky, e ben due live acustici, piano e voce, estratti dal suo Born this way, You and I e The Edge of Glory.

Inedita Kylie Minogue!

kylie_minogue_931891j1.jpg

Non si tratta di nudi, né dell’ennesimo passaggio dalla musica al cinema, eppure Kylie Minogue è apparsa in una veste decisamente mai vista. La cantante australiana, nota anche per il suo sex appeal e le vesti succinte, ha presentato a sorpresa in anteprima esclusiva per il sito di gossip perezhilton.com un nuovo brano: non un inedito dance, bensì un classico moderno della tradizione natalizia, Let it snow!, lascia che nevichi, originariamente cantato nel 1945 da Vaigh Monroe e più volte “coverato” da vari artisti nel tempo, tra cui Jessica Simpson nel 2004, Michael Bublé e Frank Sinatra che ha invece totalizzato il record di venticinque milioni di download sul noto e-store Apple iTunes.

Nella cover la Minogue sembra restituire il fascino retrò del brano originale, mettendo in luce la sua melodica voce. Che sia un preludio per un album natalizio? Comunque sia, per il momento, ci piace!

La colonna sonora ideale per le cene e party di Natale

1261581508_a.jpg

Se finora ci siamo occupati del regalo ideale da far trovare sotto l’albero alle persone amate, facendo magari ricadere la nostra scelta su di uno dei tanti album e cofanetti speciali in uscita per le feste, dai finalisti e vincitori del talent Amici al best of di Nek, dalla rarefatta Susan Boyle alla seconda raccolta natalizia di Mariah Carey, saranno invece già in tanti, con l’avvicinarsi delle feste, a pensare allo sfondo musicale ideale per rendere perfetti party e cene. Ma se Susan Boyle p troppo soft e la Carey troppo festosa, qual è la musica ideale per una perfetta serata con amici e parenti? Arriva in nostro soccorso la bossa nova e tutta una serie di antologie che rivisitano in chiave carioca le classiche carole di Natale. Tra le tante raccolte la nostra scelta è un disco di qualche anno fa, ma che possiamo già considerare un evergreen delle feste, Christmas Songs in Bossa del 2008, che ha saputo mettere insieme e amalgamare alcuni tra i più raffinati artisti della musica brasiliana, da Cecilia Dale a Bob Tostes, da Liz Menezes a Marcela Mangabeira per tredici brani che spaziano sapientemente dai canti tradizionali, come Silent Night e Jingle Bells, a classici moderni come All I want for Christmas is You e Happy Christmas (War is Over)di John Lennon, ricreando una suggestiva quanto perfetta atmosfera lounge.

 

01 – Marcela Mangabeira – All I Want For Christmas Is You

02 – Monique Kessous – Last Christmas

03 – Tahta Menezes – Happy Christmas (War Is Over)

04 – Cecilia Dale – Jingle Bell

05 – Montserrat – Silent Night

06 – Monique Kessous – The Christmas Song (Merry Christmas To You)

07 – Montserrat – White Christmas

08 – Liz Menezes – Joy To The World

09 – Cecilia Dale – Santa Claus Is Coming To Town

10 – Cecilia Dale – Let It Snow Let It Snow Let It Snow

11 – Bob Tostes – Rudolph,The Red-Nosed Reindeer

12 – Bob Tostes – Sleigh Ride

13 – Liz Menezes – Winter Wonderland

Idee regalo per il Natale ormai alle porte

regali.jpg

dischi natale.jpgAnche se manca ancora più di un mese a Natale, saranno probabilmente già in tanti a scervellarsi sui regali da far trovare sotto l’albero alle persone amate, spesso sottovalutando l’idea di regalare della buona musica. Troppo misero come regalo, secondo alcuni, un piccolissimo CD, preferendo invece acquistare più dispendiosi doni come profumi, orologi o gioielli, ignorando che i spesso criticati alti costi della musica, vanno senza dubbio a scemare, se paragonati ai prezzi decisamente più onerosi di altre idee regalo. Ma quali sono gli album da regalare e regalarsi per questo Natale ormai alle porte?

Primo fra tutti c’è sicuramente The Gift, il dono, secondo attesissimo album dell’ex rivelazione di Britain’s got Talent Susan Boyle che, superata l’ansia della pagina bianca, dopo il successo da sette milioni di copie del suo album di debutto, ha letteralmente confezionato una strenna natalizia rarefatta e raffinata, in cui in alcuni brani come il singolo Perfect Day o la cover Don’t dream it’s over ricorda quasi Enya. Ma tra gli album di Natale non possiamo non menzionare lei, nostra signora del Natale Mariah Carey, che nel 1994 cantò quello che sarebbe diventato un classico moderno della tradizione, All I Want for Christmas is You, vendendo oltre dieci milioni di copie del suo Marry Christmas. Ad oltre quindici anni dal suo primo disco di canti natalizi, Mariah quest’anno ci riprova con Marry Christmas II You, anticipato dall’inedito Oh Santa!, nel tentativo di bissare il successo del suo capolavoro natalizio. Bis anche per Jessica Simpson che già aveva provato a celebrare le feste qualche anno fa, e che ritorna nei negozi di dischi con Happy Christmas, album in cui reinterpreta i canti classici duettando tra l’altro con John Bitt e Willie Nelson.

Ma per chi invece non ricerca musica del repertorio natalizio, potrà rifarsi con le uscite musicali di fine anno, che senza dubbio sapranno accontentare i palati più disparati. Si parte con i Greatest Hits, sono in tanti gli artisti, italiani e stranieri, che quest’anno tirano le somme dei primi anni di carriera, da Pink, la cantante dal ciuffo che al suo best of, Greatest Hits…So far!!!, aggiunge tre inediti, tra cui l’energico singolo Raise your glass, a Nelly Furtado, passando per l’italianissimo Nek, che con E da qui, riassume in un doppio album i suoi primi diciotto anni di musica.

Per chi ha voglia di scatenarsi sotto il vischio, Rihanna ed il suo Loud, saranno sicuramente la scelta più appropriata, con singoli dance come Only girl (in the world) e pezzi R&B come il secondo estratto What’s my name? con Drake.

Per chi invece preferisce la musica italiana, l’ultimo trimestre dell’anno è sicuramente dominato dagli “Amici” di Maria De Filippi: sono cinque infatti gli ex concorrenti del talent di Canale 5 in classifica con lavori inediti, da Marco Carta a Valerio Scanu, che hanno rispettivamente pubblicato Il Cuore Muove e Parto da qui (anche in versione CD + DVD), a Alessandra Amoroso giunta anche lei alla sua seconda prova musicale, Il mondo in un secondo, passando per il debutto della vincitrice in carica Emma Marrone (A me piace così) anticipato dal singolo Ho toccato il Cielo, fino a Pierdavide Carone, definito da molti il nuovo Rino Gaetano, che ci racconta La prima volta, anticipando l’album Distrattamente in uscita il 23 novembre.

Per chi di talent proprio non vuol sentirne parlare, potrà investire il suo denaro in Ivy, edera, ennesima raccolta antologica di Elisa, che dal 30 Novembre mette nuovamente insieme i suoi successi dopo Soundtrack ’96-’06, Lotus e l’internazionale Catepillar, proponendo adesso tre brani inediti, qualche cover, una serie di riarrangiamenti di brani editi e, questa la vera novità, un documentario.

Ma il Natale 2010 vede anche il ritorno postumo di Michael Jackson, che ritorna con un nuovo album di inediti, Michael, a quasi dieci anni da Invincible del 2001. Nel disco, oltre al singolo con Akon, Hold my Hand e Breaking News, presentato in streaming on-line sul sito ufficiale dell’artista, anche Another Day, duetto con Lenny Kravitz, già trapelato in rete a poche settimane dalla morte nel 2009, e Monster con i 50 Cent.

Insomma un Natale musicalmente variegato, che ne avrà per tutti i gusti, ma se volete nuove idee e restare aggiornati sulle prossime uscite non dovete far altro che restare su www.cosmomusic.it . E allora Buone Feste e Buona Musica a tutti.

Stewart parla dell’autenticità dei brani di “Michael”: «È Michael Jackson al 100%»

TrickyStewart.jpgChristina Aguilera presto di nuovo al top. Ad esserne convinto il produttore-autore Christopher “Tricky” Stewart, già al lavoro con la Aguilera su diversi brani per Bionic, ultimo album della cantante che non ha riscosso molto successo e che parla dalle pagine on-line di Entertainment Weekly: «Sembrava che non fosse il momento giusto – ha rivelato il produttore – e le cose ottenute fossero un po’ fuori sincrono per lei su quel progetto». Ma Stewart è stato anche consulente musicale esecutivo per i brani del film di debutto cinematografico della Aguilera, Burlesque, in uscita il 24 Novembre nelle sale americane: «Questo film la sta riportando proprio dove ha bisogno di essere. Quando inizierà a concentrarsi su di un nuovo progetto, penso che sarà incredibile!».

Il produttore non crede che la Aguilera abbia necessariamente bisogno di cambiare direzione per il suo prossimo progetto discografico: «Credo che Christina sia sempre stata bene musicalmente, più che altro riguarda se possa essere commercializzata in modo corretto. Quando io ascolto Bionic sono sicuramente un suo fan. Più che altro è stato sponsorizzato male».

Ma è impegnatissimo Stewart che nel frattempo ha prodotto ben due brani del primo album postumo di Michael Jackson, Michael (in uscita a metà dicembre), sul quale non ha dubbi sull’autenticità messa in discussione in questi giorni: «Non so da dove sia venuto fuori, ma nei brani che ho prodotto è Michael Jackson al 100%». Tricky è anche impegnato con l’album natalizio di Jessica Simpson, Happy Christmas, la cui uscita è invece prevista per il 22 Novembre: «Secondo me è uno dei migliori album di cui abbia fatto parte – ha rivelato dalle pagine di EW.com – sono davvero molto, molto orgoglioso di questo disco… quando sono ritornato e ho ascoltato il suo album country, mi ha davvero colpito come cantante. E sono assolutamente convinto che lei sia sottovalutata».

Susan Boyle “il dono” ideale per il Natale ormai alle porte

Susan_Boyle_The_Gift_cover.jpgRarefatto e sognante, quasi fosse Enya, il nuovo disco di Susan Boyle rasenta di più una vera e propria strenna natalizia, piuttosto che l’ideale seguito al suo album d’esordio. Non a caso intitolato The Gift, il dono, questo nuovo lavoro discografico, in uscita l’8 novembre, si affaccia appena in tempo per il ghiotto mercato natalizio, proponendosi come il perfetto regalo da trovare sotto l’albero. Dieci i brani che compongono questo secondo disco dell’ex rivelazione di Britain’s got Talent, che reinterpreta sapientemente hit degli anni ’60, conferendo loro nuove forme e nuova vita musicale, tra cui Perfect Day, di Lou Reed, vietatole precedentemente di poterlo interpretare dal vivo durante la trasmissione America’s got Talent, e trionfalmente inserito quale prima traccia e primo singolo di questo godibilissimo album. Tra i brani conosciuti al pubblico italiano Don’t dream it’s over, cover dei Crowed House dell’87, meglio nota in Italia grazie alla cover Alta Marea di Antonello Venditti. Ma c’è spazio anche per un duetto con Amber Stassi in questo nuovo album della Boyle, frutto di un casting on-line di voci nuove, con la quale ha interpretato il classico di natale Do You Hear what I Hear? del 1962, ed è più propriamente dedicata al Natale la seconda parte di The Gift che, con i tradizionali brani delle feste, da O Holy Night a O come all ye Faithfull. Sarà naturalmente difficile per la Boyle bissare gli oltre sette milioni di copie del suo album di debutto, I Dreamed a Dream, ma di sicuro The Gift ha tutte le carte in regola eguagliarne il risultato.

 

1.         Perfect Day     

2.         Hallelujah         

3.         Do You Hear What I Hear?       

4.         Don’t Dream It’s Over  

5.         The First Noel  

6.         O Holy Night    

7.         Away In A Manger        

8.         Make Me A Channel Of Your Peace     

9.         Auld Lang Syne           

10.       O Come All Ye Faithful