Sophie Ellis Bextor torna con “Wanderlust”: a gennaio nuovo album e nuovo sound

Sophie-Ellis-Bextor-Wanderlust-2013-1200x1200.png

Bella quanto brava, Sophie Ellis Bextor si appresta a ritornare sulla scena musicale a due anni di distanza dall’album Make a Scene. Ed è un disco molto atteso Wanderlust, questo il titolo, la cui data di uscita è fissata per il prossimo 20 Gennaio. Il quinto lavoro da studio dell’artista si preannuncia come un album di maturazione artistica. Lo scorso maggio infatti la cantante britannica ha regalato ai suoi fan il download gratuito della demo del brano Young Blood, un pezzo quasi acustico, in cui la voce limpida di Sophie è accompagnata dal solo piano, prendendo quasi le distanze dalla musica pop e dance che finora aveva caratterizzato il sound dei suoi precedenti lavori.

Le sessioni di registrazione del disco sono terminate lo scorso giugno, così come la stessa cantante ha annunciato via twitter qualche tempo fa e, come promesso, la Bextor sta aggiornando i suoi fan attraverso tutti i canali social. L’ultima news, appena di pochi giorni fa è la pubblicazione della cover del disco, dove Sophie, come sempre bellissima, è seduta ad un tavolo, con i caratteri del disco e del suo nome che sembrano quasi scritti in cirillico.

Ma le sorprese non finisco qui. Sophie ha pubblicato uno snippet su YouTube dei brani che andranno a comporre questo interessante capitolo musicale. In alcuni pezzi le influenze anni ’60 e ’70 sono evidentissime, ricordando quasi la porta-bandiera del genere, Lana Del Rey, che negli ultimi anni cavalcando l’onda retro ha fatto la sua fama e fortuna. La voce di Sophie è limpida e chiarissima, scevra da effetti elettronici, con una capacità interpretativa che forse la musica pop-dance ci avevano tenuto finora nascosto.

Lana Del Rey: secondo banco di prova con “Paradise”

Lana Del Rey - Paradise.jpg

Tra le grandi uscite di questo autunno c’è quella, molto attesa, di Lana Del Rey, che ritorna sugli scaffali di tutto il mondo con Born to Die Paradise Edition, riedizione (con una copertina decisamente più bella) del suo fortunatissimo album di debutto. Per l’occasione la bella cantante statunitense ha aggiunto all’originale edizione Deluxe un secondo CD (che è possibile anche acquistare separatamente) con altri otto inediti, che vanno così ad aggiungersi a quelle che erano le quindici tracce originali. Ad anticipare questo progetto discografico il singolo Ride, ballad dalle ormai consuete atmosfere retro, cui ci ha abituati l’artista, che strizza questa volta l’occhio al country. Tra i pezzi migliori di questo disco c’è sicuramente America, brano dal ritornello ipnotico che ricorda uno Jodel di montagna, ma anche Body Electric e Cola. Formula che vince non cambia dunque per la bella Lana, che è diventata quest’anno testimonial della campagna autunno/inverno di H&M, nel cui spot canta la cover Blue Velvet inclusa in questa interessante riedizione. Lana vuole con questo disco bissare il successo del suo primo album senza stupire, ma, soprattutto, senza deludere i suoi fan che amano ormai questa nuova Nancy Sinatra un po’ dark che ha dimostrato che per dominare le classifiche non è sempre necessario uniformarsi al genere che va per la maggiore.

Lady Gaga: tante collaborazioni per ARTPOP, da RedOne a Lana Del Rey!

Lady Gaga Lana del Rey.jpg

Per il suo secondo album, Born this way, Lady Gaga aveva detto che non avrebbe inserito duetti, ritenendo che dopo Telephone con Beyoncé, della riedizione del disco The Fame Monster, non sarebbe riuscita a trovare quella stessa sinergia che, insieme all’ex Destiny’s Child, le ha consentito di vendere oltre due milioni del solo singolo.

Adesso Miss Germanotta, delusa forse dal riscontro ottenuto da Born this way (che ha tuttavia venduto oltre cinque milioni di copie nel mondo), pare abbia cambiato idea, e per l’attesissimo ARTPOP, progetto discografico che vedrà la luce agli inizi del 2013, la cantante di Judas pare voglia includere un seguito del fortunatissimo singolo inciso insieme a Queen B. A darne notizia il sito di informazione musicale mtv.com dal quale si legge che lo scorso 24 Ottobre, Lady Gaga avrebbe confermato l’indiscrezione. Tuttavia l’entourage della Knowles si dice estraneo alla notizia, il che fa pensare che il duetto possa essere stato inciso insieme ad un’altra star.

Lady Gaga ha inoltre confermato di aver collaborato con la bella Lana Del Rey, vera rivelazione musicale dello scorso anno, che insieme all’artista avrebbe confezionato la versione LP di Princess Die, pezzo che Gaga presentò ai suoi fan durante una tappa della sua tournée. Ma Lana non è la sola guest di questo disco. Anche la rapper Azealia Banks apparirà in ARTPOP. Durante una chat del suo personalissimo social network, littlemonsters.com, Lady Gaga ha infatti confermato di aver registrato un brano intitolato Ratchet.

E per ingolosire ulteriormente i suoi fan, Lady Gaga ha postato un tweet con le parole di un brano intitolato Tea, dicendo inoltre di aver collaborato con i Dj e produttori Fernando Garibay, DJ White Shadow, RedOne e Zedd.

Paola Iezzi, una cover di “Losing my religion” in stile Lana Del Rey

Paola Iezzi.jpg

Continua l’excursus musicale di Paola Iezzi. Orientata verso una carriera artistica da solista e (discograficamente) indipendente, la bruna del duo italiana Paola&Chiara, resta in contatto con i suoi fan attraverso la sua pagina facebook ufficiale, sulla quale posta di tanto in tanto chicche e aggiornamenti in diretta sulla sua vita professionale, e personale. Dopo aver pubblicato su iTunes l’EP xcept you, già colonna sonora dell’ultima campagna Enrico Coveri, accolto con favore dai fan, Paola, da sempre attenta alla moda e alle tendenze, al punto di farne una delle icone italiane dello stile, cambia look e cambia sound, e si ripropone ai suoi fan in una chicchissima e sensualissima versione red hair, un po’ Rihanna fine 2010, e pubblica su YouTube Losing my religion, noto brano della band statunitense REM del 1991. Il pezzo proposto dalla Iezzi è meno rock dell’originale, e somiglia vagamente ad una reinterpretazione retrò in stile Lana Del Rey.  Il nuovo look dell’artista è catturato come sempre dall’obiettivo di Paolo Santambrogio, mentre trucco e parrucco sono opera di Adrian Alvarado. Ancora una volta, così come per la sexy copertina di xcept you, Paola indossa un reggiseno di Jean Paul Gaultier per La Perla. Nulla è dato sapere se il pezzo rientrerà o meno in un possibile progetto solista di respiro più ampio, tuttavia le ultime release lasciano ben sperare che anche Losing my religion possa presto arrivare sulla piattaforma digitale della mela.

Lana Del Rey on-line in anteprima gli snippet di “Born to die: Paradise Edition”

Lana Del Rey - Born to die Paradise Edition.jpg

Protagonista della nuova campagna di H&M, che la vede partecipare nella duplice veste di testimonial ed interprete, con la cover Blue Velvet, Lana Del Rey non smette di sorprendere i suoi fan, e pubblica on-line la copertina del suo nuovo lavoro discografico: Born to die: Paradise Edition riedizione del suo fortunato album di debutto, Born to die. Lo scatto, rubato forse dal set dei video del singolo Blue Jeans, mostra un primo piano a colori di Lana con costume bianco a bordo piscina (Hollywoodiana con tanto di palme) ed il suo nome e il titolo dell’album scritto a caratteri (dorati) cubitali.

Ma la Del Rey non si limita solo a rendere pubblico l’artwork di copertina del disco che arriverà sugli scaffali il prossimo 12 Novembre. La cantante di Video Games infatti ha postato sui suoi social network una clip di quasi cinque minuti con i nuovi brani che andranno ad aggiungersi alla tracklist originale del disco, tra cui proprio il brano che fa da colonna sonora allo spot H&M.

Per ascoltare i brani che erano trapelati in rete ecco il link.

 

Lana Del Rey: in rete trapelano quattro brani inediti

Lana Del Rey.jpg

La riedizione del suo album d’esordio, Born to die, che per l’occasione diventa Paradise Edition, arriverà soltanto il prossimo autunno, ma nel frattempo sono trapelati in rete quattro brani inediti della bella Lana Del Rey, che potrebbero andare a comporre questo suo prossimo lavoro discografico. Uno dei brani è il demo di Ghetto Baby, pezzo che Lana ha scritto per la cantante Cheryl Cole. Gli altri invece sono Summer of Jam, un pezzo quasi rap, Ooh Baby, e Serial Killer. Quest’ultimo brano, tra tutti, è quello che di sicuro ha maggiori probabilità di far breccia nel cuore dei fan che l’hanno amata in Video Games. Il brano infatti riproduce le atmosfere retro cui ci ha ormai abituati Lana, con un suono ipnotico che potrebbe farne uno dei prossimi singoli della Paradise Edition.

Ascoltare per credere:

 

 

 

Lana Del Rey ritorna a novembre con “Paradise”

Lana Del Rey.jpg

Sull’onda del successo del suo album di debutto, Born to die, ai vertici delle classifiche inglesi e di mezzo mondo, Lana Del Rey ritorna nei negozi a novembre con un repacking del disco che ha saputo regalarci brani come l’omonimo Born to die, Video Games, ma anche National Anthem e l’ultimo singolo, estratto per i paesi teutonici, Summer Sadness. Secondo quelle che sono le nuove leggi del mercato discografico, come già successo per altre artiste come Lady Gaga, Kesha e Katy Perry, ai brani già noti della prima edizione del disco del nuovo volto di H&M, verranno dunque ad aggiungersi altre sette tracce inedite: «Non si tratta di un nuovo album – ha detto la cantante in un’intervista – è come un pensiero che continua il disco originale».

Lana ha rivelato in alcune interviste che cinque dei sette brani sono già scritti, e due dei quali saranno Will You Still Love Me When I’m No Longer Young and Beautiful, In the Land of Gods and Monsters e I Sing the Body Electric, presentato dal vivo lo scorso 24 Giugno al BBC Radio 1’s Hackney Weekend.

Lana Del Rey interpreta Jacqueline e Marilyn nel video “National Anthem”

Lana Del Rey - Summer Sadness (cover).jpg

Lana Del Rey ha da poche ore presentato il video del terzo singolo internazionale estratto dall’album Born to die, che farà da colonna sonora all’estate 2012. Se l’anno scorso la cantante americana timidamente si affacciava alle classifiche di tutto il mondo con Video Games, quest’anno invece ha scelto il brano National Anthem.

Nel video Lana rivisita, ancora una volta, le tanto amate atmosfere retro anni ’60, immedesimandosi nel duplice ruolo di Marilyn Monroe, riproponendo la celebre scena in cui l’attrice cantò per il compleanno del Presidente degli Stati Uniti, ma reinterpretando anche un’altra icona del tempo, la rivale Jacqueline Kennedy, che del presidente era invece la moglie.

Per il mercato europeo invece la bella Lana pare abbia scelto anche un altro singolo estratto dal suo fortunato album di debutto. Si tratta dell’ipnotico Summer Sadness, la cui copertina è stata postata on-line già qualche giorno fa.

Lana Del Rey omaggia i Kasabian con il pezzo “Goodbye Kiss”

20120213022813499-2.jpg

Stellina nascente della musica pop statunitense, il fenomeno Lana Del Rey ha subito qualche battuta d’arresto dopo la disastrosa performance dal vivo al Saturday Night Live, ma Lana, incassato il colpo, continua con una mastodontica promozione del suo album di debutto (con una major discografica), Born to die, il cui ultimo singolo estratto è la sensuale Blue Jeans, già colonna sonora di uno spot con Ilary Blasi, a suon di copertine sui fashion magazine più illustri e performance live. L’ultima, solo in ordine cronologico, è l’esibizione alla radio britannica BBC 1, dove Lana, durante un Live Lounge, ha rilasciato un’intervista ed eseguito alcuni brani dal vivo, tra cui la cover dei Kasabian, Goodbye Kiss, il cui video è stato oggi postato on-line, e per celebrare l’evento, cosmomusic ha curato l’artwork di una ideale single cover, con uno scatto tratto dalla versione britannica della rivista Vogue. L’intera performance, sarà resa disponibile sul web a questo link

Il “Blue Jeans” di Lana Del Rey: la cantante lancia il terzo singolo su twitter

Lana Del Rey Blue Jeans cover.jpg

La controversa Lana Del Rey, osannata dai fan, ma fortemente contrastata da parte della critica, è pronta per lanciare il suo terzo singolo, dall’album d’esordio Born to die. Dopo il brano omonimo del disco, e Video Games, grande successo della scorsa estate, la cantante si appresta adesso a lanciare Blue Jeans, uno dei pezzi migliori di tutto il disco, e lo fa promuovendo il suo lavoro innanzitutto su quella stessa rete dove tempo fa ha trovato la notorietà. E come vuole la tradizione, formula che vince non cambia: sound retrò ed atmosfere vecchia Hollywood. Nella clip, girata in bianco e nero, ancora una volta con il tatuatissimo fidanzato-modello Bradley Soileau, Lana si adagia placida su bordo piscina con un costume olimpionico bianco, mentre suadente canta il brano che celebra il Blue Jeans come modo di essere, come fascino ed amore senza tempo.  La cantante ha postato la clip sul suo canale twitter.