Justin Timberlake trionfa ai VMA 2013

justin_timberlake_vmas_h_2013.jpg

Giunti alla ventinovesima edizione, i Video Music Awards di quest’anno erano particolarmente attesi per le performance di due nuove regine nascenti della musica internazionale: Katy Perry e Lady Gaga, che si sono sfidate a colpi di ultimi singoli, Roar e APPLAUSE, e stacchetti ammiccanti. Mentre la Perry si è esibita sotto il ponte di Brooklyn, dando vita ad un vero e proprio ring di pugilato (idea, diciamolo, non proprio originalissima), Lady Gaga, come molte sue dive contemporanee o meno, da Britney Spears a Madonna, ha deciso di auto-celebrarsi, portando sul palco le “Gaga” che si sono succedute nel tempo, da Pokerface a Telephone, fino a restare quasi nuda sul palco.

Ma a rubare la scena alle due dive è stato lui, Justin Timberlake con l’attesissima reunion della sua band, gli *nsync, ed è stato proprio Timberlake uno dei principali protagonisti della serata, portando a casa ben tre premi per la bellissima clip di Mirrors, straordinariamente bella come un cortometraggio, e per il montaggio di Suit & Tie, che l’ex nsync canta in coppia con Jay-Z. E di sicuro questi premi si preannunciano come portafortuna per la seconda parte dell’album The 20/20 Experience, che verrà pubblicata, anche in edizione Deluxe, a fine anno.

Tra le rivelazioni della serata, come c’era da aspettarsi d’altronde, le ex stelline della Disney Selena Gomez e Miley Cyrus: le due cantanti infatti hanno mostrato una verve sexy e comica, dimostrando di non essere più le giovani protagoniste di sit-come per ragazzi, ma artiste mature pronte a catapultarsi nello star-system dei cantanti che contano davvero.

Ecco tutti i vincitori della serata.

 

Video of the Year: Justin Timberlake, Mirrors

Best Hip-Hop Video: Macklemore & Ryan Lewis feat. Ray Dalton, Can’t Hold Us

Best Male Video: Bruno Mars, Locked Out of Heaven

Best Female Video: Taylor Swift, I Knew You Were Trouble

Best Pop Video: Selena Gomez, Come & Get It

Best Rock Video: Thirty Seconds to Mars, Up in the Air

Best Art Direction: Janelle Monae feat. Erykah Badu, Q.U.E.E.N

Best Choreography: Bruno Mars, Treasure

Best Direction: Justin Timberlake feat. Jay-Z, Suit & Tie

Best Editing: Justin Timberlake, Mirrors

 

Best Visual Effects: Capital Cities, Safe and Sound

I dieci decimi di Justin Timberlake: il ritorno alla musica con “20/20 Experience”

Justin-Timberlake-The-20_20-Experience-2013-1200x1200.png

I fan hanno atteso il suo terzo album da solista per ben sei anni, ma, vuoi un po’ per le sue tante collaborazioni e produzioni, vuoi per l’acquisto del social myspace e i tanti film da protagonista, Justin Timberlake è come se non fosse mai andato via, e adesso ritorna con un interessante lavoro discografico, che ne segna ufficialmente il ritorno alla musica, dopo un lungo periodo di latitanza. L’ex leader degli *nsync, ci propone questa volta un disco più sperimentale, lontano dalle canzoni pop di Justified, o dai falsetti sulla falsariga dell’idolo Michael Jackson di FutureSex/LoveSounds. The 20/20 Experience, questo il titolo, letteralmente l’esperienza dieci decimi, è un album che si compone di soli dieci brani, la cui durata media di ogni singolo pezzo si aggira intorno agli otto minuti. Meno radiofonico e commerciale, la 20 Experience risente ancora del forte influsso dell’amico-produttore Timbaland, con lunghissimi brani che oscillano tra ballad R&B e hip hop. Anticipato dal singolo Suit & Tie, che ha debuttato alla posizione numero quattro della billboard chart, e dalla bellissima Mirrors, il disco è un’evoluzione di Timberlake come artista, che trova una sua identità, e adesso guarda più alla sua musica e ciò che davvero desidera fare, piuttosto che al risultato nelle classifiche mondiali.

Tra i brani migliori Tunnel Vison e That Girl. La lunghezza dei brani a tratti può risultare eccessiva e ripetitiva, ma The 20/20 Experience potrebbe essere di sicuro la colonna sonora ideale per un party elegante.

Justin Timberlake: con il singolo “Suit & Tie” rilancia myspace

Justin myspace.jpg

Su internet circola da tempo un album (assolutamente non ufficiale) intitolato Suit 806, con tutte le collaborazioni realizzate nei suoi sei anni di assenza (“ufficiale”) dalla musica. Chissà che Justin Timberlake non abbia preso ispirazione proprio da questo fanmade per il suo nuovo singolo Suit & Tie, che segna il suo ritorno da protagonista nella musica internazionale. Per il suo ritorno l’ex *nsync si è avvalso di una nuova ennesima collaborazione, questa volta con Jay-Z. Il pezzo è prodotto dall’amico, e storico collaboratore di Timberlake, Timbaland, e benché al primo ascolto sembri meno orecchiabile rispetto ai precedenti pezzi di Justin è un pezzo 100% Timberlake.

Il brano anticipa l’uscita dell’attesissimo nuovo album di Mister Timberlake, The 20/20 Experience, che uscirà entro l’anno (sul sito dell’artista si dice Giugno) su etichetta RCA Records.

Ma più che lanciare il nuovo lavoro discografico di Justin, il pezzo sembra più un escamotage per presentare ufficialmente al mondo il nuovo myspace, social sulla via del fallimento, da sempre votato alla musica, acquistato da Justin Timberlake in attesa di un rilancio in grande stile. Suit & Tie infatti oltre che sulla piattaforma digitale iTunes è disponibile in streaming proprio sul noto social network, che nel frattempo ha cambiato veste grafica e concept.

«Lasciate che vi spieghi un paio di cose sull’amore – dice Justin a proposito del suo nuovo singolo – “Suit & Tie” è un raffinato numero di danza, con tanti start-stop arrangiati in modo tale che il pezzo ricordi un po’ il singolo Justified, Like I love you».

Il falsetto di Timberlake, che spesso ha sfoggiato nei suoi lavori, qui vira verso il rap, grazie alla collaborazione con Jay-Z.

Forse i fan saranno un po’ delusi i fan su cosa abbia ispirato il brano: «Ad essere onesti l’ispirazione per il pezzo in realtà è venuta fuori dal nulla – confessa il cantante-attore – sono appena entrato in studio ed ho iniziato a giocare con un po’ di suoni e canzoni. Era probabilmente il momento migliore che ho avuto nel corso della mia carriera… è pura creazione, senza regole e/o obiettivi nella mente e godersi davvero il processo».

Justin Timberlake countdown per il suo ritorno alla musica: nuovo brano lunedì

Justin Timberlake.jpg

Il 2013 è proprio l’anno dei grandi ritorni. Dopo l’annuncio di ieri di Beyoncé sul ritorno musicale delle Destiny’s Child con l’album Love Songs, in uscita a fine mese, un altro grande della musica statunitense pare si stia riaffacciando sul mercato discografico. Stiamo parlando di Justin Timberlake, il cui ultimo lavoro di inediti risale ormai al lontano 2006. Sono quasi sette anni infatti che l’ex *nsync ha abbandonato le sette note, per dedicarsi a progetti professionali (e personali) di altrettanto successo: dalla sua carriera d’attore, con pellicole come Amici di Letto (in coppia con Mila Kunis), all’acquisizione e rilancio del social network myspace, fino al matrimonio con l’attrice Jessica Biel. Insomma Justin in questi anni non se n’è certo restato con le mani in mano, impegnandosi su più fronti. Ma dal 2006 ad oggi Justin non ha abbandonato del tutto il palco: nel 2008 infatti Timberlake ha duettato con Madonna per 4 Minutes, ha collaborato più volte con l’amico e collega T.I. e Timbaland, e colleghi come Beyoncé Knowles, portando avanti una carriera di produttore discografico.

Voci su di un album o un singolo però continuano ormai a rincorrersi e popolare la rete, con grande fermento dei fan. Secondo Billboard e MTV.com Justin starebbe lavorando addirittura ad un nuovo album di inediti, ed un singolo potrebbe arrivare già lunedì.

Ad annunciarlo è stato lo stesso artista attraverso un videoclip postato su internet, ripreso in studio di registrazione, nel quale dice: «Sono pronto», ed è subito countdown anche sul suo sito internet.

Nel frattempo però il mercato discografico è cambiato: sono tanti oggi i giovani Connor Maynard con i quali ora Justin dovrà confrontarsi e dimostrare di poter essere ancora all’altezza e, soprattutto, all’altezza delle aspettative.

Justin Timberlake: ritorno alla musica con il gruppo hip-hop FreeSol

Timberlake.jpg

 

Ben lontano da un ritorno ufficiale alla musica, Justin Timberlake, sempre più stare del cinema, sta però tornando gradualmente alle sette note, e se sul suo prossimo lavoro discografico, nulla è ancora dato sapere, nemmeno se di fatto ce ne sarà uno, l’ex Nsync ritorna nelle rotazioni radiofoniche e televisive con il brano Hoodies on, Hats Down, aggiungendo un altro nome al suo ricchissimo parterre di collaborazioni illustri. Questa volta infatti il bel Justin, ritorna con il gruppo hip-hop di Memphis, FreeSol, il cui frontman è il rapper Free. A darne l’annuncio lo stesso cantante con un messaggio misterioso su twitter. Ma Justin, da sempre affascinato dal grande schermo, è anche il regista del video, in cui egli stesso fa un piccolo cameo.

Justin Timberlake: «L’erba mi fa smettere di pensare»

Justin Timberlake, erba, fuma, droga, droghe, Playboy, musica, notizie, disco, 2011, nuovo

“In bene o in male purché se ne parli” diceva Oscar Wilde, e sembra proprio questa la filosofia che stanno seguendo gli artisti statunitensi, non importa se le loro dichiarazioni possono suscitare qualche polemica negativa, anzi, l’importante è che si parli di loro. Ultimo ad aggiungersi alla lista delle dichiarazioni shock Justin Timberlake, che, reduce dal film “Amici di letto” in coppia con Mila Kunis, pare non abbia per il momento nuove proposte cinematografiche, così l’ex N*sync, tenta di attirare l’attenzione su di sé in vista di un possibile ritorno alla musica. Ed è alla rivista Playboy che il cantante-attore risponde alla domanda se è un fumatore di erba: «Assolutamente – ha risposto candidamente il cantante – l’effetto che l’erba ha su di me è quello di farmi smettere di pensare.  Qualche volta il mio cervello ha bisogno di essere spento».

Ma chi spera che il cantante ritorni presto in studio per registrare il terzo ed attesissimo lavoro discografico, pare che dovrà aspettare ancora: «Sento di essere in un momento della mia vita – aggiunge Justin – dove mi sto guardando intorno, sto girando, c’è tanto da godersi, se posso stare fermo, realmente fermo e prendere più tempo».

Fermo (musicalmente) ormai dal 2006, Timberlake non è ancora pronto per un suo ritorno alle sette note e ammette: «Non ho ancora alcuna canzone pronta da lanciare. La gente continua a chiedermi quando una nuova canzone o un album saranno in uscita, e non so cosa dire. La musica non è il mio obiettivo principale al momento. Un giorno può darsi. Potrebbe accadere tra un mese o tra un anno, ma al momento non è una mia priorità».

 

Justin Timberlake dopo dieci anni parla della Spears: «Auguro a Britney il meglio»

2736400_640px.jpg

La loro è stata una delle storie d’amore più chiacchierate e seguite del pianeta, memorabile il volto di lui ai Video Music Awards del 2003 quando la sua già ex compagna baciò un’altra donna sul palco di MTV in mondovisione. Adesso, a otto anni dalla loro separazione, avvenuta nel 2002, Justin Timberlake, dopo aver sempre negato ogni intervista o commento in merito, parla della sua storia con Britney Spears. L’ex leader degli Nsync parla dalle pagine dell’ultimo numero di Vanity Fair e dice: «Eravamo due uccelli dalle stesse piume, ragazzi di una piccola città, che facevano le stesse cose. Ma quando si diventa adulti, il modo in cui eri da ragazzo non ha alcun senso. Non parlo per lei, ma almeno per quanto mi riguarda, io ero una persona completamente diversa. Non credo noi fossimo normali, non c’era niente di normale nella nostra vita. Abbiamo impiegato molto del nostro tempo a diventare la cosa più grande per adolescenti musicomani».

Dalle pagine del magazine americane, il cantante e attore ha spiegato che lui e la Spears hanno vissuto una vita stravagante: «Era eccitante che noi avessimo così tanto successo, e potevamo fare qualsiasi cosa volessimo. E per noi intendo tutti: i Backstreet Boys, ‘Nsync, Britney, Christina (la Aguilera): potevamo letteralmente andare ovunque. Bastava dicessimo “Andiamo a Bali” e saremmo stati su di un aereo per Bali. Eravamo bambini piccoli con grandi giocattoli. Fate i conti, tutto questo non è destinato a durare» ha detto il protagonista di Friends with Benefits.

Justin Timberlake è oggi un giovane trentenne, più maturo e consapevole: ha venduto oltre venti milioni di dischi in tutto il mondo, ed ha preso parte a film di successo come The Social Network, nominato agli scorsi Academy Awards, Alpha Dog e Love Guru e forse la prossima estate ritornerà alla musica e si rimetterà a lavoro sul suo attesissimo terzo album da studio. E su Britney infine chiude: «Non abbiamo parlato per nove o dieci anni, ma le auguro il meglio».

 

Justin Timberlake dimentica Jessica Biel con la bella Mila Kunis

Justin Timberlake and Mila Kunis.jpg

Ad appena un giorno dalla notizia della separazione dalla bella Jessica Biel, Justin Timberlake è stato subito pizzicato una delle attrici del momento, Mila Kunis, sensualissima Lilly nel film di Aronofsky, Il Cigno Nero. Galeotto, pare, è stato il set del film Friends with Benefits (in Italia ad ottobre), di cui l’ex Nsync e la bella attrice sono protagonisti: «Justin è molto interessato a Mila – ha detto la solita beneinformata fonte anonima ai microfoni di E! – hanno flirtato, ma finora non è successo niente». A giudicare dalle immagini pubblicate dal Mail online invece, qualcosa potrebbe presto succedere. Che sia già nata una nuova coppia hollywoodiana?

Justin Timberlake e Jessica Biel si separano

Justin Timberlake and Jessica Biel.jpgOrmai saturi delle notizie musicali che riguardano Britney Spears e Lady Gaga, ci avviamo al fine settimana con un po’ di gossip. Dopo la notizia di un suo imminente ritorno alla musica, Justin Timberlake, che pare ritornerà in studio di registrazione la prossima estate, torna a far parlare di sé per la sua vita personale. Archiviate le storie d’amore con Britney Spears prima e Cameron Diaz poi, l’ex Nsync pare abbia detto addio anche all’eterna fidanzatina Jessica Biel, alla quale il cantante era legato da oltre quattro anni: «Non c’è alcun risentimento – ha detto una fonte in esclusiva a People – è stato completamente reciproco, ed entrambi hanno deciso che era tempo di andare avanti».

La fonte ha inoltre aggiunto che Jessica ha mantenuto la sua casa a Los Angeles, e che lei e Timberlake, insieme ormai dal 2007, sono rimasti amici.

Nessuna guerra dei Roses, né rotture tragiche insomma, al contrario di quanto la stampa scandalistica vorrebbe, tutto è avvenuto nella maniera più pacifica e tranquilla possibile: «Per quanto concerne le speculazioni dei media sulla relazione tra Jessica Biel e Justin Timberlake – hanno detto i portavoce della coppia – vi confermiamo che hanno comunemente deciso di separarsi, ma restando amici e continuando ad avere il più alto livello di amore e rispetto l’uno per l’altra».

Ritorno alla musica per Justin Timberlake

justintimberlakewallpaper07.jpg

Archiviando la sua prova d’attore più importante, interpretando lo spregiudicato Sean Parker in The Social Network, dopo una serie di film minori, Justin Timberlake avrà probabilmente ricordato di essere innanzitutto un cantante. Dopo aver affermato di essere troppo impegnato sul set per ritornare in studio, Justin Timberlake, in vista di un’agenda filmica praticamente vuota, ha rivelato che potrebbe essere finalmente pronto a ritornare a registrare qualcosa di nuovo: «Penso che potrei passare un po’ di tempo in studio questa estate» ha detto il cantante attore a E! durante la serata degli Oscar: «Sono disoccupato adesso – ha continuato il cantante – non sono stato ingaggiato per nulla, e così posso assumere me stesso per scrivere un po’ di musica… ed è proprio dietro l’angolo».

Pur avendo collezionato una serie di collaborazioni illustri, da Madonna a Rihanna passando per Ciara e Drake, Justin Timberlake manca dalle scene musicali con un proprio progetto dal 2006, quando pubblicò FutureSex/LoveSounds, e sembra sia finalmente giunto il momento per Justin di ritornare.