Whitney Houston, un duetto con R. Kelly e un “best of”

Whitney Houston best of 2012.jpg

Whitney Houston R Kelly I Look to you.jpgLa morte di un pittore fa, per ovvie ragioni, balzare alle stelle il valore delle sue opere, che diventano pezzi unici. In musica questo meccanismo non c’è, ma la scomparsa di un artista, soprattutto se di talento, conferisce un valore inestimabile a tutte quelle registrazioni e demo lasciate fuori dai suoi album ufficiali. E così fioccano i Box set e le Deluxe Edition di opere già edite. Se i fan della compianta Amy Winehouse infatti vedranno la pubblicazione di un ricco cofanetto, anche video questa volta, ad un anno dalla scomparsa della cantante britannica, il cui ricavato andrà alla fondazione omonima gestita dal padre, quelli di Michael Jackson hanno già visto ben due Anniversary Edition per i venticinque anni di Thriller, prima, e Bad, adesso, con tanto di tracce demo e rarità live.

Anche Whitney Houston, scomparsa solo da pochi mesi, avrà un album antologico postumo. Se è toccato al film-remake Sparkle darci l’ultima prova di attrice, e cantante per la colonna sonora insieme a Jordin Sparks, il Greatest Hits invece, oltre a far ascoltare un brano inedito ai suoi fan, ci dona anche un duetto virtuale di Whitney: si tratta del pezzo I Look to you, brano tratto dall’omonimo disco del 2009, che sancì il ritorno sulla scena musicale della Houston a sei anni di distanza dal suo ultimo disco di inediti. Una registrazione alternativa durante una sessione fuori programma per l’album, che la cantante incise dopo aver smesso di fumare per due settimane, e che la Sony ha chiesto di far registrare anche al rapper R. Kelly, il quale l’aveva cantata al funerale dell’artista.

I Will Always Love You: The Best of Whitney Houston, questo il titolo dell’album che uscirà il prossimo 13 Novembre, che in diciotto tracce ambisce ad essere la più completa retrospettiva di successi della Houston.

Concerto per disastroso per Whitney Houston

Whitney Houston.jpg

Sembra che la voce della Houston proprio non ce la faccia più. A quasi un anno dalla pubblicazione di I Look to You, atteso album del ritorno, che ne aveva felicemente segnato l’ingresso nelle charts mondiali, ricevendo ottimi riscontri di pubblico e critica, Whitney Houston proprio non ce la fa a ritornare in quella forma smagliante prepotentemente ostentata dalla copertina dell’album. Sono centinaia infatti i fan delusi dopo la performance di domenica scorsa nel suo primo concerto londinese dal 1999, alla The O2 Arena di Londra, dove ha registrato il tutto esaurito. La cantante sembra aver sofferto dell’aria condizionata del palco, che ha ospitato 20.000 persone. Dopo aver sbagliato la performance del suo cavallo di battaglia, I will always love you, la Houston, secondo USA Today,  sul palco ha detto: «Sembra che la mia amica soprano non voglia venire – riferendosi alla sua voce – a volte la vecchia ragazza canta, ma non stasera». La Houston avrebbe poi aggiunta: «Io voglio farlo [cantare, ndr], ma lei non vuole».

La Houston ha poi eseguito appena un verso o due di Greatest Love of All, facendo diverse pause per riprendere fiato e ansimando affannosamente. Durante molte performace sono stati i coristi a cantare gran parte dei pezzi, mentre la cantante si è limitata a qualche ritornello qua e là. Whitney sembra purtroppo lontana anni luce da quell’artista che agli inizi degli anni ’90 dominava le classifiche musicali e cinematografiche con il film, e l’omonima colonna sonora, de La Guardia del Corpo insieme a Kevin Costner, interpretando una capricciosa cantante ed attrice. Nonostante gli abusi di acol e sostanze stupefacenti siano da tempo solo un ricordo, l’ombra della droga alegggia ancora sull’artista e sulla sua voce gravemente rovinata.

Whitney Houston: «Sto benissimo. Pronta a proseguire il mio tour»

Whitney Houston.jpg

Ha dovuto posticipare ben quattro date del tour del suo ritorno, ma Whitney Houston, ricoverata all’Ospedale per una infezione respiratoria, smentisce categoricamente i roumors che la vedrebbero nuovamente alle prese con la droga, bollando queste voci come “ridicole”. A dirlo è la stessa cantante dalle pagine di People: «Mi sento benissimo – ha detto la cantante al magazine americano – e sono già pronta a riprendere e proseguire il mio tour mondiale». Secondo la cantante, oggi quarntaseienne, i problemi di salute sarebbero dovuti a semplici malesseri di stagione ed il ricovero in ospedale è stata soltanto una precauzione del medico curante: «La mia salute è perfetta, ma in questo periodo ho un sacco di allergie – ha detto l’artista – sto facendo ciò che più amo fare, cantare. La parte migliore è vedere tutti i miei fan in giro per il mondo».

Il tour della Houston, intitolato Nothing but Love e che promuove l’ultimo disco di inediti dell’artista, I Look to You, riprenderà là da dove aveva lasciato il prossimo 13 Aprile da Birmingham, in Inghilterra, e continuerà fino a giugno.

Whitney Houston, sexy e glamour per il tour

Whitney Houston Nothing but love.jpg

È ritornata davvero Whitney Houston, le interviste lo dicono, le classifiche lo confermano: I Look to you, l’atteso album del ritorno, ha venduto oltre due milioni di copie in tutto il mondo, raggiungendo la prima posizione della prestigiosa Billboard Chart americana. Il primo singolo ufficiale, Million Dollar Bill, scritto per lei da Alicia Keys, è in programmazione nei circuiti radiofonici e televisivi, nel video del singolo Whitney è raggiante, piena di energia come una debuttante al suo esordio discografico. E il suo ultimo lavoro disco, il settimo da studio, è davvero un album di debutto, sì un debutto nella ritrovata vita e serenità familiare, dopo il tormentato divorzio dal violento marito Bobby Brown ed i problemi di alcol e droga agli inizi del 2000.

Adesso Whitney annuncia ai fan il suo nuovo tour, il primo in undici anni, a distanza di My Love is your Love Tour, proponendo una sua nuova immagine in cui appare sexy e glamour. La foto è tratta da un esclusivo servizio fotografico, fatto da Randee St. Nicholas, che l’artista ha realizzato per promuovere Nothing but love, questo il titolo della tourné, che partirà il prossimo 6 Febbraio dalla Corea del Sud e porterà la Houston in giro per il mondo, dal Giappone all’Australia, toccando anche l’Europa.