Laura Pausini: “20 – Greatest Hits”, vent’anni di musica italiana nel mondo

717FLVU-bfL._SL1425_.jpg

Protagonista del giorno è lei, Laura Pausini, che pubblica oggi l’attesissimo 20 – Gretest Hits, raccolta antologica che, come suggerisce lo stesso titolo, celebra i primi vent’anni di carriera dell’artista italiana più amata e conosciuta nel mondo. Ma “twenty” non è un semplice florilegio dei migliori brani della cantante romagnola, ma una reinterpretazione, in chiave moderna, delle canzoni più note dell’artista, arricchite di collaborazioni inedite e nuovi arrangiamenti: dalla rarefatta La solitudine, che trova gli archi di Ennio Morricone, alla salsa di Non c’è con (l’amico di sempre) il cantante latino Marc Anthony, passando per le nuove versioni di Gente, Strani Amori, Incancellabile. Ma non sono solo gli esordi a ritrovare nuova linfa vitale in questo progetto discografico, che passa con nonchalance dall’italiano allo spagnolo, dal francese all’inglese, giungendo fino alle ultime produzioni di Primavera in Anticipo e Inedito. A far compagnia a Laura tanti cantanti e cantautori della musica contemporanea e non solo, come James Blunt e Michael Bublé fino ad arrivare a Ray Charles e Charles Aznavour, al nostro Andrea Bocelli e persino Madonna, autrice per Laura del brano Mi abbandono a te.

Uno scrigno di sorprese, che omaggia i fan di brani rari, ma non meno importanti, come Prendo te, precedente bonus track dell’edizione speciale di Resta in Ascolto.

Un progetto che sprigiona positività e la gioia dell’essere diventata mamma, così come dimostrano le registrazioni (forse un po’ smancerose, ma del tutto comprensibilissime) Ramaya e l’omonimo Paola, dove si può ascoltare la voce della figlia della cantante nata lo scorso febbraio.

Il disco di Laura è un manifesto, atto a dimostrare quanto la cantante italiana si sia fatta largo nel mondo, imponendosi sulla scena musicale (anche) internazionale.

La versione Deluxe vede l’aggiunta di un DVD con la traccia video del documentario sulla carriera dell’artista, 20 – My Story.

L’artwork di copertina è curato dallo stilista Giorgio Armani, che ha vestito la Pausini, creando un look che è già un’icona per i fan, così come quest’album che è già un’icona dell’Italia(na) nel mondo. 

Laura, Britney, Christina e Lady Gaga: tempo di singoli e pre-order

collage.jpg

Tempo di singoli e pre-order. Se c’è un merito di iTunes è senza dubbio quello di aver cambiato le regole della discografia internazionale. Se fino a qualche anno fa infatti i singoli anticipavano l’uscita degli album, oggi grazie alla musica “liquida” (così si definisce in gergo il download digitale), è possibile ascoltare, e spesso “downloadare” più brani prima dell’uscita ufficiale del disco o, addirittura, da questo possono essere estratti più singoli, anticipandone la pubblicazione. Sono ben quattro le artiste che oggi escono con un singolo o un pre-order estratto da un loro imminente lavoro. Tra queste c’è l’italianissima Laura Pausini che, dopo il duetto con Kylie, Limpido, ritorna adesso da sola con il secondo estratto, Se non te, che anticipa l’uscita dell’attesissimo Greatest Hits che ripercorre, in chiave rivisitata, i primi vent’anni di carriera dell’artista.

Sul fronte internazionale, Britney Spears, dopo aver indagato i toni house con Work Bitch, ritorna con un brano più tradizionale, e propone adesso Perfume, secondo estratto dell’attesissimo Britney Jean (in uscita il 3 Dicembre). Scevra del vocoder, che aveva offuscato la voce dell’artista nei precedenti lavori, Britney appare finalmente con una voce più pulita. Inconfondibile l’impronta di Sia, che ne ha firmato il pezzo, che, per le sonorità, ricorda quasi una ballad alla Avril Lavigne.

Tra le uscite del giorno anche Christina Aguilera che con la band A Great Big World ritorna con il pre-order di Say Something, brano che anticipa l’album del gruppo, Is there anybody out there?. Inizialmente presentata dalla stessa cantante come un duetto, la canzone è in realtà più un cameo, in cui la Aguilera fa quasi da corista, accompagnando la voce del gruppo, che presenta un brano intimo e malinconico.

A chiudere questa quadrilogia di uscite “singolografiche” anche Lady Gaga, che oggi ha pubblicato Dope e, come lei stessa ha annunciato su facebook, è l’ultimo pre-order single ad anticipare l’uscita dell’attesissimo ARTPOP, dopodiché i little monster, i fan dell’artista, dovranno aspettare ancora due giorni: il 6 Novembre anche il terzo album da studio dell’eccentrica cantante, vedrà finalmente la luce.

Dido pronta a tirare le somme con il suo primo “Greatest Hits”

dido greatest hits.jpg

Il 2013 sarà ricordato come l’anno dei grandi ritorni musicali delle principali artiste femminili di sempre: da Lady Gaga a Britney, da Katy Perry a Avril Lavigne. Donne, artiste e stili diversi, tutte unite da una sola certezza: pubblicare un lavoro inedito da studio entro la fine dell’anno. E la sfida ai primi posti delle classifiche è già partita, e se tra le artiste “maggiori” questo primo round sembra esserselo aggiudicato la Perry con la sua Roar, mentre la trasgressiva Miley Cyrus gioisce per il primo posto dell’album Bangerz, le altre non stanno di certo a guardare, postando lyrics video e collaborazioni inedite. Ma cè anche chi con dodici anni di carriera alle spalle, più che andare avanti sente il bisogno di guardarsi indietro e tirare le somme. Dopo la pubblicazione del suo quarto album di inediti, Girl who got away, pubblicato quest’anno, Dido annuncia su facebook la pubblicazione del suo primo Greatest Hits ufficiale, la cui uscita è prevista per il prossimo 25 Novembre, postandone la tracklist scritta di suo pugno su instagram. Come si evince dalla foto, il cofanetto si comporrà di due dischi, che ripercorreranno l’intera discografia della delicata cantante americana: da Here with me a Life for rent, da White Flag all’ultimo singolo No freedom. Nel secondo album versioni alternative dei suoi successi, racchiudendo collaborazioni con i migliori produttori musicali del momento, da Timbaland a DJ Cobra, da Cedric Gervais a MJ Cole. Il secondo disco però andrà inoltre ad arricchirsi di un nuovo brano inedito, che farò da traino a questa interessante antologia, NYC.

tracklist dido.jpg

Le uscite musicali delle feste e i CD da far trovare sotto l’albero a Natale

presents-under-a-christmas-tree.jpg

Manca meno di un mese a Natale: le prime piogge ed il freddo, già da qualche settimana, hanno fatto sì che la mente volasse ai regali da far trovare sotto l’albero a chi amiamo. Anche quest’anno noi di cosmomusic.it non potevamo non fare un sunto con le più interessanti uscite discografiche del momento, per rievocare l’atmosfera delle feste, o condividere con chi ci ama, le voci e la musica che più ci piacciono.

Con i suoi sette milioni di copie vendute, Christmas di Michael Bublé è stato la vera rivelazione dello scorso Natale. Ad un anno dall’uscita, il crooner del Canada ha deciso di ri-pubblicare il suo album in una speciale edizione Deluxe che, ai classici, personalmente reinterpretati dall’artista, va ad aggiungere quattro nuovi brani inediti, due dei quali in coppia con le Puppini Sisters e Naturally 7.

A tallonare Bublé potrebbe esserci la bellissima mezzo-soprana Katherine Jenkins, la quale, reduce dell’edizione americana di Ballando con le Stelle, qualche settimana fa ha pubblicato ben due album natalizi: My Christmas, agli inizi di ottobre, e This is Christmas alla fine, a seconda dei diversi mercati, inglesi e statunitensi da raggiungere. Una raccolta di classici, enfatizzati dalla bellissima voce della cantante gallese, che prova con queste due opere a farsi spazio nel difficile mercato americano.

Lontani anni luce dai fasti della fine degli anni ’90, anche i Backstreet Boys, riuniti per l’occasione tutti e cinque, hanno pubblicato on-line una traccia natalizia, s’intitola It’s Christmas Time Again, non è di certo un best-seller, ma per gli amanti dei BSB…

Da sempre regina della musica italiana, e delle cover, spesso infatti le sue reinterpretazioni sono diventate più famose degli originali, Mina ritorna quest’anno, a dodici mesi da “Piccolino”, con 12 (American Song Book), il libro della canzone americana. Un album che, come suggerisce il titolo, si compone di dodici classici della musica statunitense, tra cui il natalizio Have yourself a merry little Christmas, per un Natale intimo in chiave jazzistica. Il progetto si caratterizza per le dodici diverse copertine con cui è stato pubblicato, una vera chiccheria per gli amanti della Tigre di Cremona e fanatici collezionisti.

E sempre sul fronte italiano, ritorna quest’anno Laura Pausini. A dodici mesi dalla pubblicazione di Inedito, avvenuta lo scorso 11 Novembre, la cantante romagnola propone ora ai suoi fan una speciale edizione, con una copertina declinata in blu (anziché rosso dell’originale). Un pacchetto ricchissimo che contiene, oltre alla versione Deluxe dell’album (quella italiana e quella spagnola), un CD live e una traccia video dell’Inedito World Tour. Tra i contenuti speciali il medley della notte di Capodanno, del concerto dello scorso anno a Roma e i videoclip, tra cui gli ultimi, Celeste e Troppo Tempo, brano scritto per l’artista da Ivano Fossati.

E a Natale, si sa, fioccano i cofanetti speciali e i best of: quest’anno Lorenzo Jovanotti pubblica Backup, una speciale raccolta, la cui edizione extra lusso comprende una chiavetta da oltre sei giga con tutta la sua discografia completa, un bakcup appunto. Per i più piccoli invece Cristina D’Avena di anni di carriera ne celebra trenta, e torna quest’anno con la prima parte delle sigle che ha cantato finora: un triplo CD che va dai Puffi agli ultimi cartoni più amati di sempre.

In vista delle festività natalizie, e per celebrarne la scomparsa, avvenuta nove mesi fa, è stato pubblicato I will always love you di Whitney Houston, lavoro antologico che ripercorre la carriera musicale dell’artista, con una versione alternativa del brano I Look to you, che anticipava l’album omonimo del 2009, e che qui invece ritroviamo con nuove registrazioni vocali dell’artista scomparsa, in coppia con R. Kelly.

Capitolo Uno per Kelly Clarcson. La vincitrice della prima edizione di American Idol, a undici anni dal suo debutto, è già pronta a ripercorrere la sua carriera con Chapter One, best of con tutti i suoi grandi successi, da Because of you all’ultimo Catch my breath, passando per il successone Stronger, fresco di nomina ai Grammy.

Anche il gruppo tenorile IL DIVO è pronto a tirare le somme con il primo Greatest Hits della carriera, con tutti i brani, per lo più cover e arie di grandi opere, che hanno accompagnato il gruppo musicale britannico scoperto da Simon Cowell ed un secondo disco di brani tradizionali natalizi.

Insomma un Natale per tutti i generi e per tutti i gusti, che dalla musica tradizionale a quella classica, dal pop leggero al rock, accontenterà tutti gli amanti della buona musica.

Whitney Houston, un duetto con R. Kelly e un “best of”

Whitney Houston best of 2012.jpg

Whitney Houston R Kelly I Look to you.jpgLa morte di un pittore fa, per ovvie ragioni, balzare alle stelle il valore delle sue opere, che diventano pezzi unici. In musica questo meccanismo non c’è, ma la scomparsa di un artista, soprattutto se di talento, conferisce un valore inestimabile a tutte quelle registrazioni e demo lasciate fuori dai suoi album ufficiali. E così fioccano i Box set e le Deluxe Edition di opere già edite. Se i fan della compianta Amy Winehouse infatti vedranno la pubblicazione di un ricco cofanetto, anche video questa volta, ad un anno dalla scomparsa della cantante britannica, il cui ricavato andrà alla fondazione omonima gestita dal padre, quelli di Michael Jackson hanno già visto ben due Anniversary Edition per i venticinque anni di Thriller, prima, e Bad, adesso, con tanto di tracce demo e rarità live.

Anche Whitney Houston, scomparsa solo da pochi mesi, avrà un album antologico postumo. Se è toccato al film-remake Sparkle darci l’ultima prova di attrice, e cantante per la colonna sonora insieme a Jordin Sparks, il Greatest Hits invece, oltre a far ascoltare un brano inedito ai suoi fan, ci dona anche un duetto virtuale di Whitney: si tratta del pezzo I Look to you, brano tratto dall’omonimo disco del 2009, che sancì il ritorno sulla scena musicale della Houston a sei anni di distanza dal suo ultimo disco di inediti. Una registrazione alternativa durante una sessione fuori programma per l’album, che la cantante incise dopo aver smesso di fumare per due settimane, e che la Sony ha chiesto di far registrare anche al rapper R. Kelly, il quale l’aveva cantata al funerale dell’artista.

I Will Always Love You: The Best of Whitney Houston, questo il titolo dell’album che uscirà il prossimo 13 Novembre, che in diciotto tracce ambisce ad essere la più completa retrospettiva di successi della Houston.

Jennifer Lopez: «È tempo per me di lasciare “American Idol”»

Jennifer Lopez American Idol.jpg

Mentre ieri ha annunciato l’uscita della sua prima raccolta antologica, Dance Again… The Hits, oggi Jennifer Lopez cattura di nuovo l’attenzione dei media per il suo probabile abbandono del programma American Idol, nel quale da due anni ormai veste i panni di giudice, insieme a Randy Jackson e Steve Tyler. Nessun annuncio ufficiale è stato sinora fatto per il pannello de giudici che farà parte della dodicesima edizione del programma, ma è la stessa Jennifer, durante la trasmissione Today, che rilancia la possibilità che potrebbe non esserci per un terzo anno consecutivo: «Sto decidendo un po’ per volta – ha detto la Lopez, oggi quarantaduenne – amo tutti, amo i ragazzi [i giudici ed il presentatore Ryan Seacrest, ndr] ma sto pensando che sia tempo per me di andare e fare altre cose che amo come i film».

La cantante di Dance Again è attualmente impegnata in un tour estivo che la vede in coppia con il cantante Enrique Iglesias, ed ha spiegato che vorrebbe riprendere alcuni progetti messi da parte per far parte del talent statunitense: «È una decisione enorme, ma devo dire che ci sono così tante cose che faccio e che ho messo da parte per questo».

Nel frattempo sembra sia già partito il toto-giudice negli Stati Uniti per sostituire la bella Jennifer. Tra i papabili giudici per la prossima edizione potrebbe esserci la cantante Fergie dei Black Eyed Peas, Mariah Carey o il cantante Adam Lambert, che il programma invece lo vinse nell’ottava edizione.

Jennifer Lopez: il mistero è finalmente svelato

Jennifer Lopez Dance Again The Hits.jpg

Fino a qualche settimana fa Jennifer Lopez non sapeva che piega avrebbe preso il suo nuovo progetto discografico. Anticipato dal singolo Dance Again, che la vede di nuovo in coppia con Pitbull (dopo On the floor dello scorso anno), l’album non aveva ancora un’identità ben definita. Ebbene per i fan della cantante portoricana l’attesa è finalmente finita, e qualche ora fa la bella Jennifer ha finalmente annunciato ai suoi quattordici milioni di fan su facebook che il disco sarà il suo primo album antologico, che racchiuderà i maggiori successi dell’artista, dagli esordi del 1999 ad oggi. Il disco s’intitolerà Dance Again… The Hits, e si comporrà di tredici brani, di cui due (quasi) inediti. Oltre alla hit che la vede in questi giorni ai vertici delle classifiche con il rapper americano, lungo la tracklist ritroviamo infatti anche Goin’ in (con la partecipazione di Flo Rida), brano già in vendita su iTunes, che farà parte anche della colonna sonora del nuovo Step Up in uscita in America questa estate.

Sono tredici i brani, che lasciano fuori però molti dei brani storici dell’artista, a cominciare da Play, il cui video fu uno dei più costosi della storia della musica contemporanea, Let’s Get Loud, I’m gonna be alright così come la “singolografia” spagnola.

The Hits sembra infatti orientare i fan al nuovo sound più dance della cantante, il cui sapore latino è adesso lasciato sul fondo. Questa la tracklist completa del disco, che sarà pubblicato su iTunes il prossimo 24 Luglio, e che è possibile pre-ordinare sin d’ora:

 

1 Dance Again (feat. Pitbull)

2 Goin’ In (feat. Flo Rida)

3 I’m Into You (feat. Lil Wayne)

4 On the Floor (feat. Pitbull)

5 Love Don’t Cost a Thing

6 If You Had My Love

7 Waiting for Tonight

8 Get Right (feat. Fabolous)

9 Jenny from the Block (Track Masters Remix) [feat. Styles P. & Jadakiss]

10 I’m Real (Remix) [feat. Ja Rule]

11 Do It Well

12 Ain’t It Funny (Remix) [feat. Ja Rule & Caddillac Tah]

13 Feelin’ So Good (Remix) [feat. Big Pun & Fat Joe]

Pink ritorna con “Raise your glass” e dice: «Celebrerò un matrimonio gay»

pink-45432.jpg

Anche Pink, come molte delle sue colleghe, celebra i suoi primi dieci anni di carriera, e lo fa tirando un po’ le somme di questa prima decade musicale, pubblicando il suo primo album antologico, intitolato appunto Greatest Hits… So far!!!, I più grandi successi… finora!!!, in uscita il 16 Novembre, ad indicare che questo album non vuole essere un “letargo artistico” riposando sulle vecchie glorie che l’hanno resa celebre, ma vuole rappresentare una nuova base di partenza per dare avvio ad una nuova fase musicale. A trainare questo primo best of della cantante l’immancabile brano inedito, probabilmente primo di almeno un paio di canzoni mai pubblicate, che tenterà dunque di far scalare le classifiche all’antologia. Il pezzo in questione s’intitola Raise Your Glass, già in radio: «Celebrerò un matrimonio gay – dice Pink al sito InDemand a proprosito del videoclip, che sta girando in queste settimane – non sono un ministro. Sicuramente la tipica me psicotica, con ottantamila cose diverse».

Il tema della clip, rivela poi la cantante, è ispirato ad una esperienza di vita reale: «Ho partecipato al matrimonio della mia migliore amica nel cortile, lei è gay ed ha sposato sua moglie, ed è stato assolutamente bellissimo. Alla fine di tutto, sua madre ha detto “Perché tutto ciò non potrebbe essere legale?” e si è messa a piangere. È stata la cosa più straziante che io abbia mai visto, ecco perché lo sto facendo nel mio video».

I No Doubt ritornano con un Greatest Hits a basso costo e un nuovo disco nel 2011

gwen stefani.jpg

Dopo una parentesi solista, Gwen Stefani è ritornata in studio con i suoi compagni di band, i No Doubt, per il loro settimo attesissimo album da studio. L’ultimo album della band infatti risale al 2001 con Rock Steady. Già da qualche tempo la voce del gruppo rock americano aveva informato i fan tramite twitter, con commenti e foto, dei progressi fatti dal gruppo nella registrazione di questo nuovo disco. Adesso sembra che siamo finalmente alle battute finali, oggi infatti in una nota pubblicata sulla pagina fan ufficiale della Stefani si legge che il gruppo ha già scritto ben nove nuovi brani, ed è eccitatissimo dei progressi fatti finora: «Nove – ha “twitterato” qualche tempo fa la Stefani sul web – può non sembrare molto, ma non è la quantità, è la qualità1». I No Doubt non vedono l’ora di poter condividere questo nuovo materiale con i tutti nel 2011. E dopo l’annuncio di questo nuovo disco di inediti, buone notizie arrivano anche per tutti coloro che vogliono (ri)scoprire il gruppo: i No Doubt infatti avranno una ripubblicazione dei loro successi ad un prezzo speciale, che entrerà a far parte della serie Icon, che mette a disposizione grandi successi e i brani preferiti dei più popolari artisti della musica a poco meno di otto dollari, sperando che l’offerta possa arrivare anche sulle piattaforme italiane. Ma La Icon release riserverà forse un po’ di delusione ai fan del gruppo. Sembra infatti che la raccolta non sarà altro che una rivisitazione del vecchio album Singles Collection, inclusi i brani It’s my life, just a girl e Hey Baby, ma avrà un nuovo artwork e un prezzo più basso, e sarà disponibile nei negozi e sulle principali piattaforme digitali a partire dal prossimo 2 Novembre: «Con la registrazione della band del nuovo album per il prossimo anno, ci è sembrata una buona idea di ricordare a tutti la grande musica che i No Doubt hanno fatto nel corso degli anni – ha affermato Jim Guerinot, manager della band –  crediamo che la pubblicazione di Icon dei più grandi successi del gruppo ad un prezzo estremamente basso sia un modo economico per far conoscere a nuove persone la grande musica della band».

Robbie Williams: a fine anno “In & Out of Consciousness” il secondo best of

RW_In_and_Out_of_Consciousness_2010.jpg

A vent’anni dal suo debutto come solista, Robbie Williams è pronto a tirare le somme della sua carriera e si prepara al lancio del suo secondo Greatest Hits, intitolato In & Out of Consciousness, che arriva a pochi anni dalla sua prima raccolta antologica, pubblicata solo nel 2004, che, compressa in un solo disco, aveva lasciato fuori molti brani dell’artista. Questo secondo best of sarà infatti un più completo excursus nell’evoluzione di musicale dell’ex Take That che non dimentica le sue origini e, nei trentasette brani che compongono la tracklist, inserisce ben due canzoni con gli ex compagni di gruppo. Il primo, in uscita il 4 ottobre, intitolato Shame, vergogna, è cantato in coppia con il collega rivale Gary Barlow, attualmente leader della band, e sarà il singolo di lancio di questa compilation, la cui uscita è prevista per il prossimo 8 Ottobre. Il video per questo primo brano, secondo le ultime indiscrezioni che provengono dalla rete, avrà un’ambientazione western gay in stile Brokeback Mountain, e potrebbe vedere i due cantanti scambiarsi tenere effusioni. Il secondo brani inedito invece, Everything Changes, tutto cambia, vede la collaborazione di tutti i Take That e chiude la raccolta come un ideale ciclo del percorso artistico di Williams.

Non mancano le storiche collaborazioni che hanno caratterizzato la carriera di Robbie, da Kylie Minogue con la quale cantava Kids, alla cover di Frank Sinatra in chiave natalizia in cui duettò con l’attrice premio Oscar Nicole Kidman. Un vero e proprio viaggio nel tempo che muove i primi passi da Angel, primo grande successo del cantante, fino alle ultime produzioni di musicali dell’ultimo album Reality killed the Video Star, pubblicato lo scorso anno. Un ponte tra passato e presente con cui Williams vuole dirigersi verso il suo futuro musicale.

 

Ecco la tracklist completa:

CD1

1 Shame (with Gary Barlow)

2 Heart And I

3 You Know Me

4 Bodies

5 Morning Sun

6 She’s Madonna

7 Lovelight

8 Rudebox

9 Sin Sin Sin

10 Advertising Space

11 Make Me Pure

12 Tripping

13 Misunderstood

14 Radio

15 Sexed Up

16 Something Beautiful

17 Come Undone

18 Feel

19 Mr Bojangles

 

CD2

1 I Will Talk And Hollywood Will Listen

2 Somethin’ Stupid (with Nicole Kidman)

3 The Road To Mandalay

4 Eternity

5 Let Love Be Your Energy

6 Supreme

7 Kids (with Kylie Minogue)

8 Rock DJ

9 It’s Only Us

10 She’s The One

11 Strong

12 No Regrets

13 Millennium

14 Let Me Entertain You

15 Angels

16 South Of The Border

17 Lazy Days

18 Old Before I Die

19 Freedom

20 Everything Changes (with Take That)