Giorgia torna “senza paura”

giorgia senza paura.jpg

Giorgia Todrani, in arte semplicemente Giorgia, torna con Senza paura, nono album da studio, che arriva a due anni dal successo di Dietro le apparenze. Quindici brani di cui l’artista romana è prevalentemente anche autrice. E, come suggerisce il titolo, questo è davvero un album coraggioso, senza paura appunto, in cui la cantante di Gocce di memoria indaga, con la sua musica, l’elettronica e la dance, pur non tradendo quelle radici soul che da sempre ne caratterizzano l’inconfondibile sound. Non mancano le sorprese in questo interessante lavoro discografico, dallo straordinario duetto anglo-italiano di I will pray in coppia con la cantante Alicia Keys, e che ritroviamo anche in solo version dal titolo Pregherò, al duetto con l’inglese Olly Murs in Did I lose you, in cui la voce dell’artista italiana mostra un innata propensione per il mercato internazionale, con una timbrica calda e ruvida. Oltre al bellissimo singolo Quando una stella muore, che ne ha anticipato l’uscita, tra i brani migliori c’è senza dubbio Non mi ami, e Io fra tanti e Perfetto, in cui la profondità dei testi sposano le sonorità dell’elettronica e della dance. In Riflessi di me la cantante ricorda quasi le atmosfere rarefatte della collega Elisa, le cui delicatezza è invece sporcata dal vigore della sua voce.

Bellissima Ogni fiore, in cui rivivono le atmosfere di marzo, che qui ritrovano un messaggio positivo, e l’Amore s’impara.

Giorgia con questo nuovo capitolo discografico è riuscita a raggiungere un livello qualitativo altissimo, evolvendosi come donna, ma, soprattutto, come artista che ha il coraggio di rischiare, e che, come in copertina, si mostra ai suoi fan nuda, si mostra senza paura.

Giorgia: “Senza Paura” per il nuovo album. E ai fan dice: «Almeno provarci!»

Giorgia-Senza-Paura.jpg

Tra gli album più attesi di questo autunno 2013 c’è senza dubbio quello della cantautrice Giorgia. Anticipato dal brano Quando una stella muore, pubblicato lo scorso 4 Ottobre, il disco vedrà la ufficialmente la luce il prossimo 5 Novembre. Se finora il progetto non aveva ancora un titolo, secondo le ultimissime indiscrezioni della rete il nono lavoro da studio dell’artista romana s’intitola invece Senza Paura, così come mostra la cover postata dalla stessa cantante sul suo profilo facebook, e conterrà un duetto con la star britannica emergente Olly Murs, lanciato da X Factor, con il quale l’artista canterà Did I Lose You. Il brano è stato scritto da Busbee, autore del brano Try di Pink, e già autore per Giorgia per l’hit italiana È l’amore che conta, contenuta nel precedente album dell’artista (Dietro le apparenze, 2011).

Il primo singolo estratto dall’album della Todrani si è subito piazzato al primo posto della classifica iTunes, spodestando avversarie temibili come Laura Pausini in duetto con Kylie Minogue e Alessandra Amoroso, dimostrando che anche, e forse soprattutto, la musica d’autore può fare la differenza. 

Il prossimo 3 Maggio invece partirà il tour della cantante che la porterà in lungo e in largo della penisola: prima tappa Padova, fino a toccare tutti i più importanti palazzetti d’Italia: da Rimini ad Ancona, da Torino a Napoli, passando per Milano e Roma.

Giorgia, il nuovo album ricco di sorprese e collaborazioni

Giorgia.jpg

È alle battute finali Giorgia, rinchiusa da tempo nello studio di registrazione a Los Angeles, dove, come dice lei stessa dalle pagine di TV Sorrisi e Canzoni in edicola questa settimana, sono state incise prima le parti suonate e poi l’elettronica. Per la cantante, che il prossimo anno, come già per Laura Pausini, festeggerà i venti anni di carriera, l’album sarà una sorta di sequel di Dietro le apparenze: «Come una storia che prosegue – dice al settimanale Mondadori – ma nella musica non ti puoi ripetere mai». Giorgia sarà l’autrice di quasi tutti i pezzi che andranno a comporre la tracklist di questo lavoro ancora senza titolo: «Non c’è ancora il titolo! Devo combinarlo con lo spirito del disco, con l’immagine che gli stiamo dando». Sì, perché nel frattempo l’immagine c’è già: Giorgia infatti ha già realizzato uno shooting fotografico con Toni Thorimbert, che si preannuncia molto creativo. La cantante per questo nuovo capitolo discografico ha anche deciso di cambiare look, ma anche questo, come tutto il progetto, resta ancora segreto. Di certo, come per il precedente album, il disco conterrà un duetto, che ancora non è dato sapere con chi, ed una “preziosissima firma italiana”, anche questa avvolta nel mistero. Un disco ricco di sorprese, che tra i brani avrà il pezzo Quando una stella muore: «Una ballata pop dalla melodia molto soul – dice in merito la cantante che non rinuncia alle sue origini musicali che ne hanno fatto una delle artiste italiane più amate – sì, perché è più “suonato”. La parte elettronica c’è, quella è una conquista che non voglio mollare».

Laura Pausini, da domani in radio con «Donna d’Onna»

Donna d'Onna (cover).jpg

È vero, Laura Pausini si è ritirata dalle scene per due anni, ma la sua voce riecheggia prepotentemente nelle radio italiane e straniere, e non sono vecchi brani di repertorio a suonare, ma canzoni inedite incise però per beneficenza. Tra i protagonisti del progetto Voces unidas por Chile, cantando il classico cileno Gracias a la Vida, Laura Pausini ritorna adesso anche nelle rotazioni radiofoniche italiane con Donna d’Onna. Come s’intuisce dal titolo, la canzone è legata al concerto di beneficenza Amiche per l’Abruzzo, che lo scorso anno ha unito praticamente tutte le cantanti del panorama musicale italiano. Il singolo sarà in vendita da domani sulle piattaforme digitali, ed anticipa l’uscita del DVD del concerto ad un anno esatto dalla realizzazione dell’importante progetto benefico.

Scritto da Gianna Nannini e Isabella Santacroce, in esclusiva per il concerto dello scorso 21 Giugno, il brano è stato arrangiato da Wil Malone, e vede tra le interpreti ben cinque tra le più belle voci del panorama italiano, ovvero Laura Pausini, ideatrice dell’evento, Giorgia, Gianna Nannini, Elisa e Fiorella Mannoia.

Il momento dell’esecuzione del brano è stato ripreso da Gaetano Morbioli, che l’ha trasformato in un videoclip che proverà a raccogliere in poco più di quattro minuti le emozioni di un evento unico e, forse, irripetibile.