Miley Cyrus: regina degli EMA 2013 e delle provocazioni

miley.JPG

miley cyrus ema 2013 red carpet.jpgIeri si sono svolti ad Amsterdam gli Europe Music Awards, gli irriverenti premi della musica europea, giunti quest’anno alla diciannovesima edizione. E la protagonista indiscussa non poteva che essere ancora una volta lei, Miley Cyrus che, dopo gli Video Music Awards di quest’anno, ha bissato la sua trasgressiva performance con Robin Thicke, in cui ha ripetuto il “twerking”, il provocatorio strusciarsi a novanta. Ma quello non è stato l’unico momento in cui la cantante si è messa in mostra: già sul tappeto rosso, infatti, la regina delle teenagers, ha fatto parlare di sé per una mise succinta, simil-passeggiatrice, che ha lasciato ben poco all’immaginazione. Ma Miley è andata oltre e, per tener fede alla sua fama di cattiva ragazza, ha persino fumato sul palco ritirando il premio di miglior video per Wrecking Ball, clip in cui l’artista è completamente nuda su di una palla da demolizione.

Ma se è stata Miley la protagonista indiscussa della serata, i premi hanno visto trionfare altri nomi della musica contemporanea, da Katy Perry, che si conferma come miglior artista femminile, a Beyoncé per il miglior live. Grande delusione per Rihanna, che ha visto strapparsi il titolo di miglior canzone da Bruno Mars con la sua Locked out of heaven, e Lady Gaga, nominata in quattro categorie senza portare a casa alcun premio.

miley-cyrus-lights-blunt-on-stage-wins-mtv-ema-award-04.jpg


 

Best song:

Bruno Mars, “Locked out of heaven”

 

Best hip hop:

Eminem

 

Best alternative:

Thirty Seconds To Mars

 

Best female:

Katy Perry

 

Best male:

Justin Bieber

 

Worldwide act:

Chris Lee

 

Best video:

“Wrecking ball”, Miley Cyrus

 

Best live:

Beyoncé

 

Best rock:

Green Day

 

Best electronic:

Avicii

 

Best look:

Harry Styles

 

Best world stage:

Linkin Park

 

Biggest fan:

 

Tokio Hotel

Justin Timberlake: «L’erba mi fa smettere di pensare»

Justin Timberlake, erba, fuma, droga, droghe, Playboy, musica, notizie, disco, 2011, nuovo

“In bene o in male purché se ne parli” diceva Oscar Wilde, e sembra proprio questa la filosofia che stanno seguendo gli artisti statunitensi, non importa se le loro dichiarazioni possono suscitare qualche polemica negativa, anzi, l’importante è che si parli di loro. Ultimo ad aggiungersi alla lista delle dichiarazioni shock Justin Timberlake, che, reduce dal film “Amici di letto” in coppia con Mila Kunis, pare non abbia per il momento nuove proposte cinematografiche, così l’ex N*sync, tenta di attirare l’attenzione su di sé in vista di un possibile ritorno alla musica. Ed è alla rivista Playboy che il cantante-attore risponde alla domanda se è un fumatore di erba: «Assolutamente – ha risposto candidamente il cantante – l’effetto che l’erba ha su di me è quello di farmi smettere di pensare.  Qualche volta il mio cervello ha bisogno di essere spento».

Ma chi spera che il cantante ritorni presto in studio per registrare il terzo ed attesissimo lavoro discografico, pare che dovrà aspettare ancora: «Sento di essere in un momento della mia vita – aggiunge Justin – dove mi sto guardando intorno, sto girando, c’è tanto da godersi, se posso stare fermo, realmente fermo e prendere più tempo».

Fermo (musicalmente) ormai dal 2006, Timberlake non è ancora pronto per un suo ritorno alle sette note e ammette: «Non ho ancora alcuna canzone pronta da lanciare. La gente continua a chiedermi quando una nuova canzone o un album saranno in uscita, e non so cosa dire. La musica non è il mio obiettivo principale al momento. Un giorno può darsi. Potrebbe accadere tra un mese o tra un anno, ma al momento non è una mia priorità».