La “Giungla” di Paola e Chiara: uno scrigno di tesori da scoprire

cover-ALBUM-paolachiara-giungla-1.jpeg

A tre anni di distanza da Milleluci, Paola & Chiara finalmente ritornano negli store musicali con Giungla, ottavo lavoro discografico che vede ricomporsi il duo più longevo della musica italiana. Ma in questi anni le sorelle Iezzi non se ne sono state con le mani in mano, coltivando con successo anche le proprie carriere soliste, arricchendosi come donne, ma, soprattutto, come artiste. Anticipato dal singolo Divertiamoci (perché c’è feeling) featuring Razza Krasta, Giungla è la summa dei precedenti lavori delle due sorelline milanesi, una vera e propria evoluzione musicale di quanto i fan hanno ritrovato ed apprezzato in album storici quali Television, Festival e Blu, diventati nel tempo dei veri e propri cult, che hanno coniugato la qualità musicale alla ricerca di una bellezza formale che si fa parte dell’espressione del testo e della musica stessa. Da sempre attente (anche) all’immagine, Paola&Chiara sono radiose sulla copertina di questo disco.

In quest’album la brunetta e la biondina recuperano il sound dal sapore spagnoleggiante, che viene qui a mixarsi perfettamente con l’elettronica e il pop, in un connubio, come ormai ci hanno abituati, sperimentale sì, ma sempre perfettamente riuscito, con un sound che continua a strizzare l’occhio alle produzioni d’oltremanica e d’oltreoceano.

Lungo queste quattordici tracce trovano posto anche inedite collaborazioni. Lungimiranti, P&C hanno infatti collaborato con quello che sarebbe diventata la nuova stella dei talent italiani, Moreno, fresco vincitore di Amici, che presta il suo rap al brano Tu devi essere pazzo. Ma è quando cantano da sole che Paola e Chiara danno il meglio di sé: tra i brani migliori infatti il latineggiante Non c’è me senza te, il brano dance-elettronico Ma tu non puoi (più chiamarla felicità), vero e proprio pezzo ipnotico, e Tu sei l’anno che verrà. Non mancano le ballad, la migliore E se per caso.

E continua la venerazione per Rihanna: se in Milleluci le due cantanti avevano “coverato” Russian Roulette, qui ritroviamo la cover di California King Bed, che diventa un’orchestrale Che mi importa di te. La chicca: Xin Fang Kai, versione cinese del sanremese A modo mio del 2005.  

 

Insomma Giungla è uno scrigno con così tante perle, che quasi viene da domandarsi come mai Paola & Chiara abbiano scelto “Divertiamoci” come primo estratto, ma è senza dubbio un album qualitativamente alto, musicalmente all’avanguardia e, senza dubbio, da acquistare subito.

Emma Marrone torna con “Schiena”: «Ho imparato ad aprirmi al mondo»

Emma - Schiena (cover).jpg

Appena qualche giorno fa ci siamo occupati di Alessandra Amoroso, la vincitrice di Amici, che pare stia per tornare con un nuovo album ricco di interessanti collaborazioni. Oggi invece, restiamo sul territorio italiano, e parliamo di lei, Emma Marrone, vincitrice del penultimo Festival di Sanremo, che, a distanza di un anno dal suo precedente lavoro discografico, ritorna nei negozi il prossimo 9 Aprile con Schiena. E l’impronta del disco è chiara sin dalla copertina, dove compare una Emma in splendida forma, ma, soprattutto, nuda. E forse, nuda, sarebbe stato il titolo più adatto per questo lavoro, del quale la cantante, con un annuncio su facebook, ha detto: «Volevo uscire allo scoperto. Non volevo più nascondermi. Volevo solo accettarmi». Anticipato dal singolo Amami, il disco, segna il ritorno dell’artista dopo la travagliata fine della relazione con Stefano De Martino, che l’ha lasciata preferendole la showgirl argentina Belen Rodriguez. L’album è dunque una summa, del vissuto che ha segnato l’artista: «Ho imparato a non negarmi la gioia di essere quella che sono per paura delle critiche, ho imparato a “cantare” anche un po’ per me stessa e questo non è un male, ho imparato ad amarmi odiandomi di meno, ho imparato a non perdere me stessa per stare dietro i preconcetti a volte pesanti, ho imparato a camminare con la schiena dritta non per parare meglio i colpi ma per aprirmi meglio al mondo».

Concorrenti dei talent a Sanremo: talento o attitudine al televoto?

marco-mengoni-vince-sanremo-2013.jpg

Con la vittoria di Marco Mengono all’ultimo Festival di Sanremo si è riaperto il dibattito sui talent: sono tante le trasmissioni televisive e le pagine di giornale che hanno parlato infatti delle quattro vittorie sanremesi (non consecutive) degli ultimi cinque anni, aggiudicate da ex concorrenti (o vincitori) dei talent. Non solo primi posti: la stessa Emma Marrone, vincitrice dello scorso anno, si era piazzata al secondo posto insieme ai Modà, così come Marco Mengoni, vincitore in carica, aveva conquistato il gradino più basso del podio nel 2010, lo stesso che si è invece aggiudicato la sua collega di talent, Noemi, nel 2012. Vero talento o attitudine al televoto? I detrattori dicono che sono i fan, già sostenitori nei diversi talent show, li portino poi conseguentemente alla vittoria sul palco più importante della musica italiana.

I sostenitori invece dicono che sia il talento a premiare. Di certo è molto più probabile la prima ipotesi che la seconda: se nel 2012 infatti Sanremo Giovani è stato vinto da Alessandro Casilli (vincitore di “Io Canto”, Canale 5) e il primo posto se l’è aggiudicato Emma Marrone (vincitrice di “Amici”, Canale 5), quest’anno invece la scena è stata tutta per il fattore X. La trasmissione, trasmigrata ormai su Sky, ha visto infatti ben due ex concorrenti e vincitori piazzarsi ai primi posti del festival: Antonio Maggio, vincitore della categoria giovani di quest’anno, è infatti il vincitore (insieme all’allora gruppo “Aram Quartet”) della prima edizione di X Factor, quella che vide invece la consacrazione di Giusy Ferreri, vincitrice morale della stessa edizione.

Il dubbio tuttavia resta: sono tanti infatti i nomi arrivati sul palco dell’Ariston da una precedente trasmissione televisiva, senza tuttavia portare a casa alcuna statuetta: la stessa Chiara Galiazzo, vincitrice di X Factor di quest’anno, torna a casa a mani vuote, intascando però, un elogio pubblico da parte di Mina, così come Annalisa Scarrone, ex concorrente di “Amici”, nonostante una magistrale interpretazione della sua Scintille, è passata quasi inosservata. Ma anche la stessa Giusy Ferreri, Karima, Maria Pia, antesignana nell’ormai lontano 2003.

Talent o no, televoto o meno, sono ben diversi i concorrenti e i vincitori attuali, dai primi concorrenti un po’ allo sbaraglio che sfornavano i vari Operazione Trionfo e Saranno Famosi: più decisi e con una loro personalità, i ragazzi dei talent hanno saputo ritagliarsi un’ampia fetta di pubblico di ascoltatori della musica italiana. A loro il merito dunque di avercela fatta, e di dimostrare agli scettici di essere stelle e non meteore.

Sanremo 2013: la pagella di Repubblica.it contro i talent

sanremo-2013.jpg

Gino Castaldo di Repubblica ha ascoltato in anteprima le canzoni che animeranno il prossimo Festival di Sanremo. 28 i brani in gara per i quattordici artisti, che quest’anno portano sul palco dell’Ariston ben due brani a testa, l’uno più tradizionalmente sanremese, l’altro invece più sperimentale, che possa mostrare la vera anima dell’artista, scevro dai condizionamenti del festival. E saranno proprio i brani quest’anno ad essere eliminati, permettendo a tutti i Big, in una gara non gara, di restare nella finalissima del sabato sera.

Il critico di repubblica ha dato le pagelle per ogni coppia di pezzi portati, con risultati sorprendenti. Tra i migliori del Festival Elio e la Storie Tese, capoclasse di questa scolaresca, che prendono un 10 pieno, mentre Raphael Gualazzi, rivelazione dei giovani di due sanremi fa, deve accontentarsi solo di un 8, ma questo è niente paragonato al 5- di Annalisa Scarrone, rea di essere fuoriuscita da un talent (sbagliato). Va un po’ meglio per Marco Mengoni che porta a casa un 5 ½ e Chiara, ultima vincitrice di X Factor, che prende un 6 (non sarà perché è l’ultima vincitrice?). Insomma il critico di Repubblica sembra un po’ prevenuto proprio verso quei talent che negli ultimi anni hanno invece dominato Sanremo, conquistando podi e vittorie, ultima, solo in ordine cronologico Emma Marrone con Non è l’inferno, che porta a tre le vittorie degli “Amici” di Maria De Filippi (altre due nel 2008 e 2009, rispettivamente con Marco Carta e Valerio Scanu).

I peggiori di questo Festival, con un 4, sono invece proprio il gruppo che negli ultimi due anni è riuscito a farsi notare dal grande pubblico, i Modà, autori del brano vincitore dello scorso anno, e secondi classificati insieme ad Emma Marrone in quello precedente.

Si tratterà di certo di voti imparziali, e per ora possiamo solo fidarci della conoscenza e del gusto musicale del giornalista del quotidiano, ma alcuni artisti sembrano pagare lo scotto della loro provenienza, a favore di chi invece nasce fuori dal mondo televisivo.

Per leggere la pagella completa ecco il link.

Loredana Errore ritorna in radio con “Una pioggia di comete”

Loredana Errore - Una pioggia di comete.jpg

Dopo una sua performance live a Sanremo 2011, insieme ad Anna Tatangelo, di lei ne avevamo un po’ perso le tracce. Loredana Errore, esule dalla re-union di Amici 11, che ha visto invece sfilare molte delle ex star del programma, tra cui le colleghe-rivali Alessandra Amoroso e Emma Marrone, ritorna adesso con il suo nuovo singolo che s’intitola Una pioggia di comete. Il brano sarà in vendita su iTunes e in rotazione radiofonica a partire da domani, venerdì 20 luglio, ed anticipa l’album omonimo che sarà invece in uscita il prossimo 28 Agosto.

Loredana ritorna con la sua prorompente personalità da rocker, e canta questa volta di un amore disposto ad andare contro ogni convenzione, contro tutto e tutti: «e se agli altri non piacera’ saranno loro i diversi’, e se agli altri non piacerà forse saranno loro i pazzi» dice infatti il brano, per un testo che si preannuncia molto gay friendly. On-line è trapelato un estratto di bassa qualità.

Alessandra Amoroso è (di nuovo) la regina di Amici

Alessandra Amoroso amici big.jpg

Alessandra Amoroso è di nuovo la regina di Amici. Come molti probabilmente si aspettavano, la bella cantante salentina, in finalissima con l’amica-rivale Emma Marrone, ha vinto la prima edizione della nuova categoria “Big”, con ex allievi del talent di Canale 5, fortemente voluto da Maria De Filippi. A dispetto dei dischi venduti e della carriera fatta, le due vincitrici dell’ottava e della nona edizione del programma, hanno accettato con entusiasmo l’invito della presentatrice, dimostrando una grande gratitudine verso il talent che le ha rese famose (ed amatissime dal pubblico) entrambe.

La serata, svoltasi per la prima volta nell’Arena di Verona, e non negli studi Mediaset, è stata un vero e proprio Sanremo-alternativo, con tanto di esibizioni dal vivo accompagnate dall’Orchestra diretta dal maestro Vessicchio.

In un perfetto clima di festa, la fina ha fatto contenti un po’ tutti, giovani, big, ballerini e cantanti. Ad aggiudicarsi infatti il primo posto quest’anno è stato il cantautore torinese Gerardo Pulli, il quale, oltre al premio di cento mila euro della trasmissione, ha firmato in diretta un contratto discografico con la major EMI. Poco male per Ottavio De Stefano e Carlo Alberto Di Micco, che, pur non avendo di fatti vinto, hanno comunque ottenuto un contratto con la Warner e la Universal.

Ad aggiudicarsi il premio nella categoria danza è stato il ballerino Giuseppe Gioffrè.

Poco male anche per Annalisa Scarrone, grande rivelazione della decima edizione del programma della De Filippi, che si è aggiudicata di nuovo, così come successe già nel 2011, il Premio della Critica.

Il premio della categoria Big quest’anno consta di un concerno per i propri fan, completamente gratuito, che si terrà all’Arena di Verona, mezzo in palio da Tezenis, che la vincitrice Alessandra vuole condividere, per la gioia dei fan, con l’amica Emma Marrone. Una serata insomma che ha premiato il talento, ed ha fatto felici un po’ tutti.

Scopri di più sul nuovo album di Alessandra Amoroso in uscita martedì link.

Alessandra Amoroso: domani sera ad amici con l’inedito “Ciao”

Alessandra Amoroso Ancora di più.jpg

Si intitola Ancora di più – Cinque passi in più il nuovo album di Alessandra Amoroso, vincitrice dell’ottava edizione di Amici, che sarà pubblicato il prossimo 22 Maggio. L’album sarà composto dai cinque inediti inclusi nel precedente disco della cantante salentina, e tre nuovi brano prodotti ed arrangiati da Celso Valli. Tra le tracce potrebbe esserci anche If You Don’t Know Me By Now, cover in chiave gospel dei Simply Red, che qualche settimana fa riuscì a commuovere persino Sharon Stone, ospite del programma di Maria De Filippi, già contenuto nella doppia compilation di Amici (già ai vertici delle classifiche) che quest’anno al tradizionale disco degli allievi, affianca quello delle ex stelline del talent, rientrati in gara nella categoria “Big”.

Domani sera Alessandra Amoroso presenterà Ciao, il primo dei tre nuovi brani, che anticipa questo progetto discografico, che sarà anche disponibile sulla piattaforma iTunes, mentre da lunedì 14 sarà anche nelle rotazioni radiofoniche nazionali.

Belen Rodriguez: la storia tra Stefano De Martino e Emma era già finita

Belen Rodriguez Stefano De Martino.jpg

Scossa nel mondo della musica italiana, ed anche se a questo mondo non appartiene, ancora una volta nell’occhio del ciclone c’è sempre lei, Belen Rodriguez, la showgirl argentina più amata dagli italiani. Questa volta non si tratta della sua ormai mitica farfallina-inguinale, che maliziosamente ha mostrato su quel palco dell’Ariston, che per ben due volte l’ha vista tra i protagonisti del Festival di Sanremo, eppure la kermesse canora più prestigiosa del nostro paese c’entra, sì perché secondo il pettegolezzo che si è scatenato sul web e sulle riviste di gossip più importanti, la Rodriguez avrebbe avuto una liason con Stefano De Martino, fidanzato di Emma (Marrone), che quest’anno il Festival di Sanremo l’ha vinto. Ironia della sorte le due primedonne si erano incrociate proprio in quel teatro della città dei fiori che, per motivi diversi, le ha viste quest’anno protagoniste.

Galeotto fu il programma di Maria De Filippi, Amici, padre artistico di Emma e di De Martino, nel quale la bella argentina era ospite. Superato l’ennesimo polverone mediatico, Belen affida ad un quotidiano, e non alla solita rivista patinata, i suoi pensieri in merito alla vicenda, ma soprattutto in merito alla rottura con Fabrizio Corona: «ho combattuto per quattro anni con lui: quando era in casa con me, era il Fabrizio che amavo, fuori era un altro. A un certo punto non ce la facevo più, e quando non sto più bene io me ne vado. Ho concluso la mia storia prima di cominciarne un’altra, e non sono stata l’unica». Ma a chi allude la Rodriguez, quando parla di storie finite? Alla bella Emma Marrone e il suo Stefano De Martino? La showgirl non ne fa il nome, ma alla domanda del giornalista del Corriere, risponde così: «Veda lei, loro comunque l’avevano conclusa ancora prima».

Emma Marrone vince il Festival di Sanremo su di un podio rosa

Emma Marrone Sanremo 2012.jpg

È un Sanremo senza colpi di scena, né sorprese, quello che si è concluso ieri sera, dopo cinque lunghissime e chiacchieratissime serate. In un’edizione che ha visto la musica più che mai in secondo piano, prediligendo invece diatribe religioso-politiche, “farfalline” e moda, a farla da padroni anche quest’anno, sono stati i talent e, come avevano già predetto i bookmakers settimane prima della gara, a vincere è stata Emma Marrone e la sua Non è l’Inferno, brano scritto per l’ex vincitrice di Amici da Kekko Silvestre dei Modà, con il quale l’anno prima si era classificata al secondo posto.

Ma ben tre nomi su tre, del podio sanremese di quest’anno, provengono dai talent, e se Arisa ad X Factor è stata soltanto giudice quest’anno, acquisendo una maggiore popolarità, Noemi invece dell’ex talent di RaiDue è decisamente di casa.

Insomma a Sanremo la musica è cambiata, e l’audience e lo zoccolo duro dei voti è senza dubbio dato ulteriormente dai fan delle nuove stelline emergenti e non, e c’è da scommetterci che la vittoria del Sanremo Social di Alessandro Casillo, protagonista di Io Canto (Canale5), aprirà il varco a tutti i piccoli protagonisti del programma di Gerry Scotti (come ad esempio la vincitrice in carica Benedetta Caretta), ancora troppo giovani per i talent show, ma abbastanza grandi da debuttare tra i giovanissimi della kermesse canora più nota d’Italia.

A vincere il Premio della Critica quest’anno è stato Samuele Bersani con Un pallone, ma a rappresentare l’Italia alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest sarà Nina Zilli e la sua bellissima Per sempre, cui sin dall’inizio andava la nostra preferenza.

Alessandra Amoroso, in testa con “È vero che vuoi restare” fa “Cinque passi in più”

Alessandra Amoroso, Amici, Cinque passi in più, è vero che vuoi restare, canzone, brano, iTunes, classifica, m4a, mp3, musica, talent, video, official

È stato pubblicato solo lo scorso venerdì, È vero che vuoi restare, il nuovo brano di Alessandra Amoroso, ma è balzato subito in testa alla classifica digitale di iTunes. Il pezzo, una romantica ballad, incentrata su di un amore difficile, quasi impossibile, anticipa il nuovo album dell’ex stellina del talent Amici, Cinque passi in più, in arrivo agli inizi di dicembre. La canzone è stata scritta da Federica Camba e Daniele Coro, e vede la partecipazione di Celso Valli, che ne ha invece curato gli arrangiamenti.

Cinque passi in più (in uscita il 5 Dicembre), che vede ben cinque nuovi inediti incisi dalla cantante salentina, in aggiunta ai suoi successi, sarà pubblicato in doppia edizione, una Deluxe, che, ai due dischi dell’edizione normale, vedrà l’aggiunta di un DVD con un concerto dell’artista ed uno speciale libretto di trentasei pagine e cinque cartoline con fotografie esclusive.

 

1. Prenditi Cura Di Me

2. E’ Vero Che Vuoi Restare

3. Ti Aspetto

4. L’Altra Metà Di Te

5. Succede